GARANZIE ACCESSORIE

FURTO E INCENDIO

È una copertura assicurativa che garantisce l'assicurato in caso di furto o incendio dell'auto. Di solito, la garanzia furto comprende i danni materiali e diretti derivati sia dal furto totale sia da quello parziale.

Può risarcire anche le avarie del veicolo conseguenti ai tentativi di effrazione. La copertura incendio copre i danni subiti dalla vettura, sia in circolazione sia parcheggiata, causati dal fuoco: generalmente, la risarcibilità si estende anche ai terzi, come, per esempio, un box in affitto in cui è custodito il veicolo.

Il costo di queste polizze accessorie si calcola sulla base del valore commerciale del veicolo assicurato, desunto dalla fattura di acquisto se nuovo, dalle quotazioni di società o riviste specializzate se usato. La tariffa da applicare, in valore assoluto, va moltiplicata per ogni migliaia euro di valore dell'auto assicurata (tasso per mille). Ogni anno il premio, per effetto del calo del valore residuo, scende di conseguenza.

KASKO

Con questa garanzia, la compagnia si assume i rischi derivanti dalla circolazione dell'auto indipendentemente dalla responsabilità del guidatore. Al limite estremo, le kasko garantiscono una copertura a "valore intero": è cioè risarcibile qualunque danno cagionato al proprio veicolo, persino quello derivante da atti vandalici, o per esempio, calamità naturali o sommosse.

Questa versione della polizza è però la più costosa. Un'alternativa meno onerosa è la copertura a "primo rischio assoluto": l'indennizzo è pari a un massimale prestabilito contrattualmente, a prescindere dal valore della vettura.

Una fra le formule kasko più diffuse è la "primo rischio relativo": è deciso un massimale di rimborso, ma non in valore assoluto bensì in percentuale rapportata al valore del veicolo (in questo caso, è opportuno prestare la massima attenzione alla correttezza del valore assicurato, per non incorrere nell'applicazione della cosiddetta "regola proporzionale").

Altre tipologie di kasko sono le formule "a secondo rischio" (una "primo rischio relativo" con, in più, una sostanziosa franchigia) e la "collisione" (detta anche "mini-kasko"), che stabilisce la risarcibilità solo per danni derivati da una collisione con un altro veicolo identificato.

La kasko non è operativa, a meno di prevederlo contrattualmente con ulteriori coperture a pagamento, nel caso in cui il contraente circoli senza rispettare la legge: la guida senza patente, per esempio, fa di norma decadere il diritto al risarcimento.

FRANCHIGIA E MASSIMALE

Nei contratti del ramo Rischi diversi, come le polizze kasko o furto-incendio, la franchigia indica la soglia minima a partire dalla quale si calcola l'indennizzo. Viene trattenuta dalla liquidazione: se i danni sono inferiori alla franchigia non è previsto alcun indennizzo, mentre se sono superiori sarà riconosciuto il risarcimento della parte eccedente.

Se una polizza kasko ha una franchigia di 250,00 euro e il danno ammonta a 400,00 euro, l'Assicurazione pagherà soltanto i 150,00 euro eccedenti l'importo della franchigia, lasciando la restante parte a carico dell'assicurato.

Circa il massimale, non esistono obblighi di legge e il massimale è di solito stabilito nelle clausole contrattuali, di comune accordo con il contraente: può essere in valore assoluto o in percentuale rispetto al valore del veicolo assicurato (è il caso delle kasko non "a valore intero").

EVENTI ATMOSFERICI

Copertura assicurativa non obbligatoria (e poco diffusa in Italia nella versione più estesa): prevede il risarcimento dei danni riportati dall'auto in seguito a uragani, bufere, tempeste, trombe d'aria, grandine, inondazioni, frane, valanghe, slavine o alluvioni.

Questo elenco di eventi non è tassativo: trattandosi di un'assicurazione facoltativa, il contenuto può variare, oppure essere addirittura concordato direttamente con il cliente. Di solito, comunque, vengono indennizzati tutti i danni materiali che si verificano in conseguenza diretta dell'evento atmosferico, tranne l'incendio.

Come per le altre coperture accessorie, le assicurazioni sono libere di decidere se prestare oppure no la copertura al cliente che la richiede.

LE OFFERTE DELLE CASE

Numerose case automobilistiche permettono, quando si acquista un'auto nuova, di stipulare una particolare polizza contro il furto: se la vettura viene rubata entro un anno, ne viene risarcito il valore intero (senza tenere conto della svalutazione, dunque).

Altri costruttori offrono gratuitamente la copertura furto-incendio al momento dell'acquisto (soprattutto se fatto con un finanziamento): al cliente non resta che stipulare la sola Rc auto con la compagnia che preferisce. Merita anche di essere presa in considerazione l’offerta relativa alla Rc auto disponibile presso le concessionarie più grandi grazie ad accordi con le compagnie: talvolta il premio è conveniente.