AUTOVETTURE E MOTO FINO A 350 CC

Società/imprese individuali - Acquisto - Iva.


Art. 54 del D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285

AUTOVEICOLI

"Gli autoveicoli sono veicoli a motore con almeno quattro ruote, esclusi i motoveicoli, e si distinguono in:

a) autovetture: veicoli destinati al trasporto di persone aventi al massimo nove posti, compreso quello del conducente;"

.............................

c) autoveicoli per trasporto promiscuo: veicoli aventi una massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 t o 4,5 t se a trazione elettrica o a batteria, destinati al trasporto promiscuo di persone e di cose e capaci di contenere al massimo nove posti compreso quello del conducente;


Risoluzione n. 6/DPF del 20/02/2008

2. Ambito di applicazione del regime di detrazione forfettaria

Con le modifiche apportate dai numeri 1) e 2) della lettera e) del comma 261 dell’articolo 1 della legge finanziaria 2008 all’articolo 19-bis1 del decreto IVA si è recepito nell’ordinamento giuridico nazionale quanto previsto dalla decisione comunitaria, al fine di dare certezza alla disciplina applicabile alle operazioni di cui trattasi.

Le  nuove disposizioni si applicano alla tipologia di veicoli stradali a motore individuata dal terzo periodo della lettera c) dell’articolo 19-bis1 del decreto IVA, che ripropone la stessa definizione contenuta nell’articolo 5 della richiamata decisione, secondo la quale rientrano in tale tipologia “tutti i veicoli a motore, diversi dai trattori agricoli o forestali, normalmente adibiti al trasporto stradale di persone o beni la cui massa massima autorizzata non supera 3.500 kg e il cui numero di posti a sedere, escluso quello del conducente, non è superiore a otto”.

L’ambito applicati della nuova disciplina non comprende, peraltro, l’acquisizione dei motocicli di cilindrata superiore a 350 centimetri cubici, nonché l’acquisto dei relativi componenti e ricambi, dei carburanti e lubrificanti destinati ai motocicli medesimi e delle prestazioni relative agli stessi (manutenzione, riparazione, custodia e gestione, pedaggi stradali inclusi).

……..

È il caso di precisare, che la riconducibilità nella tipologia di veicoli stradali a motore individuata dal terzo periodo della lettera c) dell’articolo 19-bis1 del decreto IVA prescinde dalla loro classificazione in sede di immatricolazione; tale criterio, invece, era adottato dalla previgente disciplina che fissava limitazioni di tipo oggettivo all’esercizio del diritto alla detrazione.