autocarri

Società/imprese individuali - Acquisto - Iva.


Art. 35, comma 11 dalla legge 4 agosto 2006 n. 248

Trattamento fiscale dei veicoli immatricolati autocarro 

“Con provvedimento del direttore dell’agenzia delle Entrate, sentito il dipartimento per i trasporti terrestri del ministero dei Trasporti, sono individuati i veicoli che, a prescindere dalla categoria di omologazione risultano da adattamenti che non ne impediscono l'utilizzo per il trasporto privato di persone.

I suddetti veicoli devono essere assoggettati al regime proprio degli autoveicoli di cui al comma 1 lettera b) dell’articolo 164 del testo unico delle imposte sui redditi, ai fini delle imposte dirette, e al comma 1, lettera c) dell’articolo 19-bis 1 del d.p.r. 633/72, ai fini dell’imposta sul valore aggiunto”.


Provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate del 6 dicembre 2006 contenente l'individuazione dei veicoli che, a prescindere  dalla categoria di oMologazione, risultano da adattamenti che non ne impediscano l'utilizzo per il trasporto privato di persone,ai sensi dell’articolo 35, comma 11, del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito con modificazioni della legge 4 agosto 2006, n. 248

Il direttore dell’Agenzia dispone:

1. Ai sensi dell’articolo 35, comma 11, del decreto legge 4 luglio 2006 n. 223, convertito con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, i veicoli che, a prescindere, dalla categoria di omologazione, risultano da adattamenti che non ne impediscono l’utilizzo per il trasporto privato di persone sono quelli che, pur immatricolati o reimmatricolati come N1, abbiano codice di carrozzeria FO (Effe zero) (il codice car­rozzeria è visibile sul docu­mento alla voce «J.2» e, nel ca­so sia «Fo», è accompagnato dalla dicitura «Furgone»), quattro o più posti e un rapporto tra la potenza deI motore (Pt), espressa in kW, e la portata (P) del veicolo, ottenuta quale differenza tra [a massa complessiva (Mc) e la tara (T), espressa in tonnellate, uguale o superiore al 180, secondo la formula di seguito indicata. (Formula da utilizzare per la determinazione del valore di riferimento)

I =  Pt (kW) ≥ 180

Mc – T (t)

2. Con successivi provvedimenti, sentito il Dipartimento per i trasporti terrestri del ministero dei Trasporti, possono essere individuati veicoli:

- per i quali si disapplica il presente provvedimento, nei casi in cui comunque non consentono il trasporto privato di persone;

-  ai quali si estende l’applicazione del presente provvedimento, pur non rientrando nei parametri di cui al punto 1, nei casi in cui comunque consentono l’utilizzo per il trasporto privato di persone.