IMPIANTO ELETTRICO

L’AUTO HA FREQUENTI SBALZI DI CORRENTE

Se la macchina manifesta frequenti sbalzi di corrente di solito la causa risiede nel malfunzionamento dell’alternatore, segnalato, per esempio, dall’accensione della spia della batteria piuttosto che da improvvisi cali d’intensità della luce emessa dai fari.

Se, invece, la batteria sta esalando gli ultimi respiri non resta che sostituirla: operazione che si può effettuare anche senza ricorrere a uno specialista, ma seguendo alcune regole. Per prima cosa, però, bisogna verificare sul libretto di uso e manutenzione quali inconvenienti crea la mancanza di corrente nell’auto, per esempio se causa la perdita di settaggi delle centraline. Se non si è sicuri di riuscire a risolvere i problemi dello scollegamento della batteria è, quindi, bene affidarsi a uno specialista. In caso contrario occorre scollegare i morsetti della reta elettrica partendo dal polo negativo e passando poi al positivo facendo attenzione che quest’ultimo non entri in contatto con parti metalliche della vettura, poi rimuovere i supporti che tengono ancorata la batteria, estrarre la batteria esausta e posizionare quella nuova. Quindi, ancorarla ai supporti, collegare prima il morsetto del polo positivo e poi quello del negativo, ovvero procedendo in maniera opposta a quella utilizzata nella fase di smontaggio della vecchia batteria. Durante l’operazione è bene utilizzare guanti da lavoro e maneggiare con cura le batterie, poiché contengono acido solforico altamente corrosivo.

L'ALTERNATORE DELL'AUTO È GUASTO

Se, invece, la batteria è sana è l’alternatore che non svolge il suo compito. Di solito, è l’accensione intermittente della spia della batteria che segnala il guasto. La riparazione o la sostituzione di un alternatore impongono l’intervento di un professionista.