Sei in: Home > Business > Aziende > Un nuovo contratto di lavoro per il settore automotive

AsconautoUn nuovo contratto di lavoro per il settore automotive

 

Lo aveva promesso, il presidente dell'Asconauto Fabrizio Guidi, nel 2015 proprio durante l’Automotive DealerDay a Verona. E adesso, in occasione della nuova edizione della manifestazione, la promessa si è concretizzata: "La creazione di un contratto di lavoro ideato per il settore automotive e da offrire, in primis, alla rete dei concessionari", ha detto Guidi, "è stata identificata come obiettivo fortemente voluto e strategico per la nostra associazione. Per tutti noi è particolare motivo di orgoglio il raggiungimento di questo nuovo, importante traguardo per recuperare efficienza e fornire servizi in grado di allinearsi alle richieste differenti del mercato".

Primo CCNL nazionale automotive. Il contratto messo a punto si propone di offrire un sistema basato sul merito, che adotta e incentiva i meccanismi a provvigione, senza dimenticare di tenere conto dei particolari orari adottati dai dealer e delle opportunità offerte in ambito assicurativo, sanitario e previdenziale. Secondo l'Asconauto, "il primo contratto di lavoro specifico incentiva una maggiore responsabilizzazione di tutte le professionalità interne".

Nasce Ascodealer. Per meglio seguire l'iter del neonato contratto, nasce inoltre Ascoleader per offrire servizi dedicati alle aziende del settore automotive, aprendo una collaborazione con Federauto e con tutte le componenti federative dei concessionari. La nuova associazione, che ha eletto come presidente lo stesso Fabrizio Guidi, si propone di essere anche parte attiva del mercato, in grado di incidere su regole e costi.

Redazione online