• player icon Hyundai: alla 24 Ore del Ring la i30 2.0 Turbo
    News
    Hyundai: alla 24 Ore del Ring la i30 2.0 Turbo
  • player icon Volvo: presentate le nuove concept della Serie 40
    News
    Volvo: presentate le nuove concept della Serie 40
  • player icon Aston Martin: una Vanquish con gli scarti dei rivestimenti interni
    News
    Aston Martin: una Vanquish con gli scarti dei rivestimenti interni
  • player icon Sergio Marchione a ruota libera alla presentazione della Giulia
    News
    Sergio Marchione a ruota libera alla presentazione della Giulia
  • player icon Ford EcoBoost: sullo skateboard a 60 mph
    News
    Ford EcoBoost: sullo skateboard a 60 mph

Auto bluPiù che dimezzate nel 2015

 

Crollano le auto blu delle pubbliche amministrazioni. In base ai dati preliminari dell’ultimo censimento, le vetture di servizio delle amministrazioni centrali dello Stato (ministeri, avvocatura dello Stato e organi costituzionali) sono più che dimezzate tra il 2014 e il 2015, passando da 567 a 269 (-52,6%). Ridotte a meno di un terzo, invece, le auto al servizio delle autorità indipendenti, passate da 35 a 11 (-68,6%). Leggermente meno marcato, ma pur sempre drastico, il decremento delle macchine delle Agenzie fiscali, scese da 184 a 83 (-54,9%). Complessivamente le auto di stato sono diminuite di quasi il 54%, da 786 a 363.

Mancano i dati degli enti periferici. Ancora incompleti, invece, sono i dati provenienti dalle altre amministrazioni, soprattutto i comuni (finora ha risposto al censimento solo il 33% degli enti), le Camere di commercio (ha risposto il 57,7%) e le Asl (619%).

Direttiva rispettata. "La quasi totalità delle amministrazioni centrali", commenta la Funzione pubblica, “ha un parco auto in uso esclusivo o non esclusivo, con autista, pari o inferiore a cinque autovetture. Nei casi in cui il numero delle auto disponibili risulta ancora superiore a quello previsto dalla normativa, deve considerarsi l’esistenza di contratti di noleggio e leasing, che proseguono fino alla loro naturale scadenza. È il caso del Ministero dell’economia e delle finanze che, nel corso del 2015, ha continuato ad utilizzare 12 autovetture in forza di un contratto di noleggio in essere”.

L’eccezione Mit. Per quanto riguarda il Mit, invece, il numero di auto, spiega la Funzione Pubblica, è superiore a causa del fatto che il dicastro guidato da Graziano Delrio "gestisce il Servizio Automobilistico delle Amministrazioni Centrali - fatta eccezione per i Ministeri dell’Interno, della Difesa e per la Presidenza del Consiglio dei Ministri".

In tutto 22 mila vetture. Complessivamente, con i dati al momento a disposizione (il censimento è ancora aperto), al 31 dicembre 2015 il parco auto delle pubbliche amministrazioni risulta ridotto a circa un terzo di quello del 2014, con meno di 22.000 autovetture a fronte delle 66.600 dell’anno precedente.

Mario Rossi