• player icon Ford avrà la guida autonoma nel 2021
    News
    Ford avrà la guida autonoma nel 2021
  • player icon Dietro le quinte del mondiale WRC
    Première
    Dietro le quinte del mondiale WRC
  • player icon Hyundai i30: il design alla base nuova generazione
    News
    Hyundai i30: il design alla base nuova generazione
  • player icon Il sound dell'Aston Martin DB11
    News
    Il sound dell'Aston Martin DB11

Peugeot Traveller i-LabA Ginevra la multispazio è iperconnessa

 

Una concept per anticipare lo "shuttle vip" del futuro, iperconnesso e 3.0: è Peugeot Traveller i-Lab, multispazio in procinto di sbarcare al Salone di Ginevra assieme alla base Traveller.

Una "nuvola" high-tech. Lo studio, sempre basato sulla piattaforma EMP2 (le misure sono 4,96 m di lunghezza, 192 di larghezza e 1,90 di altezza) è stato sviluppato per andare incontro a una clientela business, attenta alla connettività. La Traveller i-Lab è infatti dotata di hotspot wi-fi, accesso al cloud e - soprattutto - di un maxi touchscreen da 32" studiato assieme a Samsung, sostenuto da un'arcata e collocato in mezzo ai quattro sedili affiacciati tra loro. La concept vanta anche un visore per la realità virtuale (il Samsung Gear VR) e terminali a induzione per la ricarica di dispositivi mobile.

Ufficio 3.0. Il sistema della multispazio è stato pensato per garantire una connessione permanente: ad esempio, se la destinazione è l’albergo - prenotato dalla stessa vettura - il passeggero può collegarsi al sito Internet corrispondente e "visitare" la struttura con il visore. Nella concept non mancano diversi accorgimenti per migliorare il confort: ad esempio, le porte laterali scorrevoli si azionano con il piede, sfiorando un sensore collocato sotto la carrozzeria, ma è previsto anche un impianto Focal composto da 17 altoparlanti e tre amplificatori. Completano la dotazione di alto livello i vetri scuri e i sedili rivestiti in pelle nera e Alcantara.

Sicurezza e praticità. Sul fronte dell'assistenza alla guida, la Traveller i-Lab monta sistemi per il riconoscimento dei cartelli stradali e il controllo dell'attenzione del conducente, oltre all'Active City Brake per la frenata automatica. Non manca il nuovo sistema di navigazione connessa 3D Peugeot, in grado di ottimizzare gli spostamenti in funzione del traffico e dell'agenda del passeggero. Infine, tramite la sincronizzazione tra smartphone e sistema infotainment, anche chi non parla la lingua dell'autista può trasferire gli appuntamenti e le destinazioni allo schermo di bordo, eliminando qualsiasi rischio di incomprensione.

Redazione online