• player icon La funzione Remote View 3D per la nuova BMW Serie 5
    News
    La funzione Remote View 3D per la nuova BMW Serie 5
  • player icon Dietro le quinte del mondiale WRC
    Première
    Dietro le quinte del mondiale WRC
  • player icon Ford avrà la guida autonoma nel 2021
    News
    Ford avrà la guida autonoma nel 2021
  • player icon Hyundai i30: il design alla base nuova generazione
    News
    Hyundai i30: il design alla base nuova generazione

ShiwaQuattroruote e IED presentano l'auto di domani - VIDEO

 

Si chiama Shiwa il prototipo presentato in anteprima mondiale al Salone di Ginevra, che mira a rivoluzionare l’attuale concetto di mobilità. La concept, dall’aspetto futuristico, è nata dalla collaborazione tra Quattroruote e l’Istituto Europeo di Design di Torino, una partneship avviata l’anno scorso e che continua ancora più solida in occasione dei rispettivi anniversari: i 60 anni della rivista e i 50 del primo diplomato creativo di IED.

Emissioni zero e guida autonoma. Shiwa è un veicolo a trazione integrale e a guida autonoma, spinto da quattro motori elettrici montati su ogni singola ruota. Lunga 4,7 metri, larga 2, alta 1,5 e con un passo di 3,66 è in grado di accogliere a bordo quattro persone. Il nome e la forma si rifanno al concetto di origami: Shiwa, infatti, in giapponese significa piega, proprio ciò a cui ci si è ispirati per realizzare la forma “diamantata” della carrozzeria.

DOWNLOAD PRESS KIT

Luogo di unione e conversazione. L’esterno del prototipo è di un materiale composito metallico con finitura di alluminio. Le superfici interne dell'abitacolo, invece, sono studiate per proiettare contenuti multimediali sia verso i passeggeri sia all'esterno, anche sfruttando la realtà aumentata. L'abitacolo è concepito per unire le persone, disposte in una configurazione priva della gerarchia tradizionale passeggero-conducente, delineando spazi ed utilizzi differenti e reinterpretando il concetto di conversazione e interazione all'interno del veicolo. Insomma, Shiwa avvolge i passeggeri sul piano fisico, nella loro dimensione sensoriale e in tutti gli aspetti relazionali tra loro e con l’esterno.

Riconosce le abitudini degli occupanti. Shiwa è anche un IICV - Individual Identity Companion Vehicle - e attraverso il riconoscimento delle impronte digitali apprende l'identità, gli interessi e le abitudini dei suoi occupanti, li riconosce fisicamente, adattando il suo comportamento alle circostanze e al gruppo di passeggeri.

La strada verso il futuro. "Il mondo dell'auto è alla vigilia di un cambio di paradigma - ha dichiarato il direttore di Quattroruote, Gian Luca Pellegrini - che ne rivoluzionerà processi e archetipi. La Shiwa vuole rappresentare un punto di partenza nella strada verso un futuro in cui il ruolo dei costruttori e degli automobilisti subirà una trasformazione definitiva: un mondo dove i veicoli a guida autonoma introdurranno un nuovo modo di intendere il trasporto privato nonché una diversa interpretazione del design". Il prototipo resterà in esposizione nella main hall del Salone, presso lo stand di Quattroruote, fino alla chiusura della manifestazione, il 13 marzo.

Redazione online