• player icon Paolo Andreucci: evoluzioni in pista Vairano
    News
    Paolo Andreucci: evoluzioni in pista Vairano
  • player icon Skoda Kodiaq: in anteprima alla guida della Suv ceca
    Première
    Skoda Kodiaq: in anteprima alla guida della Suv ceca
  • player icon Toyota prosegue i test sulla Yaris WRC per il ritorno nei Rally
    News
    Toyota prosegue i test sulla Yaris WRC per il ritorno nei Rally
  • player icon Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: le confessioni di un collaudatore
    News
    Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: le confessioni di un collaudatore

Techrules AT96 e GT96Ginevra, batterie e microturbina per le super elettriche - VIDEO

 

Al Salone di Ginevra sbarca la concept della cinese Techrules, supercar elettrica dotata di una ricarica a turbina sviluppata per aumentare l'autonomia fino a 2 mila km: un progetto sbalorditivo, almeno sulla carta, che ripropone in una chiave tecnica il tema già affrontato dalla Jaguar C-X75 e dalla Volvo ECC. E in cui, peraltro, appare anche l'Italia.

Due varianti: da pista e stradale. La tecnologia, già brevettata e denominata TREV (Turbine-Recharging Electric Vehicle), è di fatto un sistema in serie di tipo range extender. La concept è stata sviluppata in due varianti, ognuna con la propria configurazione: la AT96 (dove la sigla sta per Aviation Turbine) è stata pensata per la pista ed è alimentata con una microturbina alimentata da carburanti liquidi come cherosene aeronautico, gasolio o benzina; la GT96 (Gas Turbine), invece, sfrutta biogas o metano e prefigura una variante stradale.

Sei motori per quattro ruote. Entrambe le versioni della concept misurano 4,65 metri lunghezza, 2,03 di larghezza, 1,14 di altezza, mentre il peso è di 1.380 kg. Le vetture hanno la monoscocca e la carrozzeria in fibra di carbonio e sono mosse da sei propulsori elettrici, ciascuno con un inverter dedicato: anteriormente, ogni ruota è collegata a un singolo propulsore, mentre al retrotreno si raddoppia. Il pacco batterie ibride al litio-manganese, collocato al centro e raffreddato ad acqua, ha una capacità di 20 kWh. Infine, i componenti primari del sistema TREV - tra cui il generatore a microturbina – si trovano nel sottotelaio posteriore.

È quasi aviazione. Nel TREV, la microturbina (con un output totale di 36 kW) alimenta un generatore, a sua volta impiegato per caricare il pacco batterie. Nella configurazione scelta da Techrules, turbina e generatore condividono lo stesso albero e ruotano alla velocità di oltre 96.000 giri/min. Escludendo batteria e motori, il sistema pesa circa 100 kg. "Il TREV - spiega Techrules - può ricaricare le batterie in ogni situazione, sia durante la marcia sia con l'auto posteggiata, senza alcuna supervisione, anche di notte". Per il ripristino della batteria tramite turbina servono 40 minuti circa.

Le prestazioni. Per l'AT96 e la GT96, Techrules dichiara numeri straordinari: la vettura ha una potenza combinata di 768 kW (1.044 CV), una coppia massima di 8.640 Nm, un'accelerazione 0-100 in 2,5 secondi e una velocità massima di 350 km/h (autolimitata), per un consumo di carburante pari a 0,18 l/100 km. L'autonomia della supercar è di 150 km con la sola batteria (ricaricabile anche con un normale connettore), mentre con la turbina in funzione la stima è di "oltre 2 mila km con 80 litri di cherosene aeronautico o un altro carburante con lo stesso potere calorifico".

Futuro di serie. Il primo muletto, basato sulla AT96 e testato a Silverstone, è stato prodotto per Techrules da partner specializzati in Italia e Regno Unito. Tra questi c'è anche la Mavel, un'azienda di Pont-Saint-Martin in provincia di Aosta, che ha fornito i motori e i sei inverter. Entro due anni, Techrules pianifica di avviare la produzione di un numero limitato di supercar, ma la prospettiva a lungo termine è di arrivare a una "grande serie per i segmenti B e C". Tutte aspirazioni, come d'altronde le prestazioni garantite dalla microturbina, che andranno provate sul campo. D.C.