Sei in: Home > Auto > Concept > La fuel-cell della Stella pronta per il mercato

Mercedes GLC F-CellLa fuel-cell della Stella pronta per il mercato

 

La Mercedes-Benz è pronta a portare sul mercato la tecnologia fuel cell di nuova generazione. La conferma viene dalla GLC F-Cell, presentata al Salone di Francoforte, nella sua veste definitiva. Questo allestimento sarà disponibile entro la fine del 2019 negli Stati Uniti, mentre non è ancora nota la strategia scelta per l'Europa.

Design invariato, interni aggiornati. L'obiettivo della Mercedes-Benz è stato quello di integrare il sistema fuel cell nella crossover GLC in maniera del tutto trasparente. L'estetica della vettura è praticamente inalterata ed è stata scelta una caratterizzazione con particolari in tinta blu e gli ormai immancabili loghi EQ Power che contraddistinguono i modelli elettrificati di Stoccarda. Sono previsti anche cerchi di lega da 20" aerodinamicamente ottimizzati, mentre la plancia presenta in anteprima un nuovo display da 12,3 pollici per la strumentazione, abbinato al tablet centrale da 10,25 pollici e al nuovo comando multi-touch nella console centrale e alle superfici touch sulle razze del volante.

3C1_1015 Copyright 2013 by stefan baldauf - sb-medien

200 CV elettrici a batteria e a idrogeno. Il sistema fuel cell fa parte di un powertrain plug-in hybrid dove è però assente il motore endotermico. La propulsione è affidata esclusivamente al motore elettrico da 200 CV, mentre l'energia viene fornita sia dall'idrogeno sia dalle batterie, offrendo così una maggiore libertà di movimento e una autonomia superiore. A bordo posso essere caricati 4,4 kg di idrogeno in due serbatoi a 700 bar di pressione, sufficienti per coprire fino a 437 km con tempi di rifornimento di appena tre minuti, mentre le batterie al litio da 13,8 kWh offrono 49 km di autonomia aggiuntiva. La vettura è quindi dotata di due differenti sportelli di rifornimento: quello di idrogeno sulla fiancata e quello per l'energia elettrica nel paraurti posteriore. La ricarica dalla rete avviene grazie al sistema di bordo da 7,2 kW e richiede circa 1 ora e 30 minuti per il "pieno". Rispetto alla precedente Classe B Fuel Cell del 2010 è stato possibile migliorare del 40% la potenza del powertrain riducendo del 30% gli ingombri, così da poter integrare tutti gli elementi nel cofano motore. È stato inoltre ridotto del 90% l'uso del platino nella fuel cell, un dato importante per la riduzione dei costi. 

3C1_1015 Copyright 2013 by stefan baldauf - sb-medien

Tre modalità di guida, quattro modi di funzionamento. Al guidatore viene offerta la possibilità di selezionare tre modalità di guida, (Eco, Comfort e Sport) e quattro tipologie di funzionamento del powertrain (hybrid, F-Cell, Battery, Charge). Le prime tre modificano la reattività del veicolo, mentre le altre quattro gestiscono in maniera diretta il funzionamento di tutta la meccanica. In Hybrid vengono utilizzati sia l'idrogeno che le batterie dando priorità di volta in volta alla fonte che risulta ottimale per le condizioni di guida. In F-Cell si usa prevalentemente il sistema fuel cell nella guida, mentre al contrario nella modalità Battery sono chiamate in causa solo le batterie al litio. Selezionato Charge, infine, viene data priorità alla ricarica degli accumulatori agli ioni di litio per un futuro utilizzo.

Accessoriata come una GLC standard. Gli accessori e le dotazioni della GLC F-Cell riprendono i contenuti dei modelli tradizionali, mentre lo spazio interno risente in minima parte degli ingombri meccanici, con il solo limite di una maggiore altezza del divano posteriore e un piccolo spazio riservato nel vano bagagli, elementi comuni alla versione GLC 350e Plug-in Hybrid. A bordo troviamo l'Active Distance Assist, l' Active Lane Keeping Assist, il Blind Spot Assist, le telecamere a 360 gradi, l'infotainment Comand Online, il climatizzatore automatico e i sedili riscaldabili.