Sei in: Home > Auto > Concept > Sarà in vendita tra due anni - VIDEO

Mini Electric Concept Sarà in vendita tra due anni - VIDEO

 

Anche la Mini, dopo i primi modelli ibridi e plug-in, si avvia decisamente verso l’elettrificazione. L’obiettivo è arrivarci con un’auto di serie nel 2019, ma intanto al Salone di Francoforte si può vedere il prototipo che prefigura il futuro modello. Un nome semplice, Mini Electric Concept, e il solito inconfondibile design, tanto che basta uno sguardo per identificare questa concept car come un’autentica Mini.

Piccoli indizi. Proporzioni e tratti distintivi sono quelli di sempre, a partire dagli immancabili fari tondi, necessariamente full Led su un prototipo di elettrica, e dall'intramontabile griglia anteriore esagonale, fino agli sbalzi ridotti al minimo. Non mancano, però, diversi particolari che evidenziano l’anima elettrica della vettura. Il primo indizio è ovviamente il logo “E”, che contraddistingue tutti i modelli elettrificati del marchio, a partire dalla nuovissima Mini Cooper S E Countryman ALL4, e campeggia a caratteri cubitali sulle fiancate, ma spicca anche sul tappo della ricarica, sulle cover degli specchietti e sulla calandra.

Più aerodinamica. Per un’auto elettrica, che deve fare i conti con l’autonomia, anche l’aerodinamica è fondamentale. La Mini Electric Concept sfoggia vistose minigonne laterali e un importante estrattore posteriore, che aiutano a canalizzare i flussi dell’aria, limitando le turbolenze. La minore necessità di raffreddamento, tipica dei motori elettrici, ha permesso di proporre una calandra chiusa e di ridurre le prese d’aria, mentre sui fianchi si trovano maniglie a scomparsa.

2017-Mini-Electric-Concept-23

Il precedente. Del powertrain vero e proprio, al momento non si hanno informazioni precise, ma la Casa punta a garantire anche alla Mini elettrica le caratteristiche di guida in stile “kart” che l’hanno fatta apprezzare. Un ingrediente necessario, visto che tra un paio d’anni la Mini elettrica non sarà soltanto una sorta di veicolo sperimentale, come era accaduto per la serie precedente (la Mini E del 2008, prodotta in 600 esemplari), ma un’auto di serie, che avrà l’obiettivo di traghettare il marchio inglese verso un futuro elettrificato.

2017-Mini-JCW-Concept-8

C’è anche la GP Concept. Non solo ecologia, al Salone di Francoforte. Sullo stand Mini debutta anche una sportivissima John Cooper Works GP Concept. Diversamente dalle prime edizioni della GP, del 2006 e del 2012, che erano state proposte in serie limitata ai clienti, la nuova Concept sarà dedicata esclusivamente alle competizioni. Gruppi ottici posteriori e alcune appendici aerodinamiche ricordano un po’ la Electric Concept, ma la GP sfoggia tutto il suo carattere racing: dalle carreggiate allargate all’uso della fibra di carbonio per ridurre il peso. All’interno si trova un rollbar al posto dei sedili posteriori. Il numero 0059 sulla carrozzeria e nell’abitacolo fa ovviamente riferimento all’anno di nascita della Mini, il 1959. A.S.