• player icon Nico Rosberg firma con la Mercedes AMG F.1 fino al 2018
    News
    Nico Rosberg firma con la Mercedes AMG F.1 fino al 2018
  • player icon Con Andreucci al volante della Peugeot 208 T16
    News
    Con Andreucci al volante della Peugeot 208 T16
  • player icon Pokémon Go, giovane americano centra un'auto della polizia mentre gioca al volante
    News
    Pokémon Go, giovane americano centra un'auto della polizia mentre gioca al volante
  • player icon La Maserati Levante in pista a Balocco
    News
    La Maserati Levante in pista a Balocco
  • player icon Land Rover: le nuove tecnologie per il fuoristrada
    News
    Land Rover: le nuove tecnologie per il fuoristrada

Papa FrancescoIn Messico con Fiat 500L e Jeep Wrangler

 

Nel suo viaggio apostolico in Messico Papa Francesco può contare su una mini flotta di 11 vetture, cinque delle quali declinate in versione Papamobile. Le auto - due Jeep Wrangler, tre Dodge Ram Pick-Up e sei Fiat 500L, tutte rigorosamente di colore bianco - sono state fornite da Sunland Park Dodge, dealer di El Paso, in Texas. Come già accaduto a settembre, nel suo "tour" negli Stati Uniti, il Santo Padre dispone di una flotta dominata dai marchi di FCA per i suoi spostamenti nel Paese del Centro America.

Sei tappe e lunghe distanze. Le lunghe distanze che caratterizzano l'itinerario - oltre a Città del Messico, sono previste tappe in cinque città - hanno reso necessario l'allestimento di più auto che, in pratica, eviteranno complicati trasferimenti notturni della Papamobile da una località all'altra. Le undici vetture sono state benedette dal Nunzio Apostolico in Messico, Christophe Pierre, e dal Segretario Generale dell'episcopato locale, monsignor Eugenio Lira Rugarcía, lo scorso 8 febbraio, pochi giorni prima dell'arrivo del Santo Padre nel Paese atzeco.

Niente blindatura. Le modifiche, come consuetudine, hanno riguardato la parte posteriore dei pick-up: moquette rossa sul pavimento, poltrona bianca centrale, panchette laterali e sostegni per il personale di scorta. Confermata la protezione anteriore e superiore in policarbonato che, lungi dall'essere blindata, serve più che altro a proteggere il Santo Padre da eventuali vento e pioggia. Per il resto, le Wrangler e i Ram sono del tutto identici a quelli di serie, cosi come le Fiat 500L.

Massima visibilità. Come si è visto in questi primi giorni di permanenza messicana - oltre che nei precedenti viaggi - sono davvero rari i momenti in cui Papa Bergoglio siede sulla poltrona bianca dei pick-up. Come è noto, una delle sue più ferme volontà è quella di essere il più possibile visibile ai fedeli lungo il percorso. Per questo motivo, il Pontefice viaggia quasi sempre in piedi e apprezza le auto con il pavimento alto.

Bagno di folla. Tra i numerosi spostamenti previsti in Papamobile, promette di essere un autentico bagno di folla quello di mercoledì 17, ultimo giorno di viaggio, quando il Santo Padre si recherà nell'area fieristica di Ciudad Juarez per celebrare la Messa a pochi metri di distanza dal confine tra Messico e Stati Uniti.

Emanuele Mùrino