Sei in: Home > News > Curiosità > Chiusa la fabbrica del "torellino rampante"

Falsari
Chiusa la fabbrica del "torellino rampante"

 

Per i più giovani, abituati ai voli low cost, il nome di Girona, in Spagna, rappresenta l'aeroporto di approdo. Per i falsari di supercar, invece, è la sede di una carrozzeria dedita a sfornare repliche di Ferrari e Lamborghini impiantate su meccaniche decisamente poco super. Lo ha scoperto la polizia spagnola, che ha arrestato i gestori dell'attività dopo che una di queste false "Rosse" aveva attirato l'attenzione di un agente.

Colpi di genio. Le finte Ferrari, una volta ultimate, venivano messe in vendita su alcuni siti internet a prezzi oscillanti tra 35.000 e 40.000 euro. I falsari facevano quasi tutto in casa: dalla selleria alle dotazioni, spingendosi a riprodurre persino loghi, scritte e finti coperchi valvole dei V8 di Maranello. Le carrozzerie di vetroresina venivano poi imbullonate su pianali di normali Ford, Toyota, Peugeot e Pontiac, non senza una certa dose di fantasia: a questi novelli costruttori riusciva pure di nascondere la meccanica di una trazione anteriore sotto le forme di una sportiva a motore centrale. Non è facile: fossero stati responsabili degli effetti speciali di un film, avrebbero ricevuto una nomination all'Oscar.

Cosimo Murianni