Sei in: Home > Eco > Eco news > Pm10 oltre i limiti: blocchi auto a Roma, Milano e Napoli

SmogPm10 oltre i limiti: blocchi auto a Roma, Milano e Napoli

 

Dopo la "crisi" di fine dicembre, lo smog torna sopra i limiti in varie città italiane, complici l'assenza di precipitazioni e le caldaie accese: così, puntualissimi, tornano anche i blocchi delle auto, una strada scelta dalle amministrazioni nonostante il fallimento di misure analoghe, a Milano (con lo stop della circolazione) come a Roma (con le targhe alterne) o a Napoli. I flop sono stati certificati dai dati delle centraline, ma evidentemente non sono bastati: in attesa di vedere applicato l'estemporaneo protocollo di emergenza del governo (con il limite di 30 km/h nei centri urbani), ecco tutti i dettagli dei provvedimenti locali. 

Roma. Nella capitale è confermata la domenica ecologica del 31 gennaio, la seconda delle quattro programmate. Lo stop sarà in vigore dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30 e riguarderà i veicoli fino agli Euro 5 compresi. Numerose le deroghe: potranno circolare veicoli elettrici, a metano, gpl, ibridi, Euro 6, ciclomotori due ruote quattro tempi Euro 2 e motocicli quattro tempi Euro 3. Per il momento, resta sul tavolo l'ipotesi delle targhe alterne per lunedì 1 e martedì 2 febbraio: il Comune, guidato dal prefetto Francesco Paolo Tronca, dovrebbe comunicare la decisione nelle prossime ore.

Milano. Sotto il Duomo, dove l'Area C sresta impotente di fronte a polveri e meteo, è in arrivo il solito protocollo provinciale, in vigore dopo dieci giorni di Pm10 sopra i limiti. Il tetto è stato superato nella giornata di ieri, con valori ben al di sopra della soglia di 50 microgrammi per metro cubo (in Pascal Città Studi sono schizzati oltre i 110). Le misure prevedono il bando dei diesel Euro 3 senza Fap (per i veicoli privati dalle 8,30 alle 18, per i commerciali dalle 7.30 alle 10) e altre molto difficili da far rispettare, come la diminuzione di un grado negli ambienti (da 20 a 19, con due di tolleranza), la riduzione di due ore dell'accensione degli impianti e "l'invito" ai negozi a tenere le porte chiuse. Quest'ultimo, quasi mai osservato: per rendersene conto, basta fare un giro nelle vie dello shopping.

Napoli. Dopo aver indetto un blocco alla vigilia di una perturbazione, il Comune di Napoli ci riprova con un'ordinanza che limita al circolazione per sei giorni, dal 1° al 6 febbraio: lo stop va dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 19.30. Derogate le auto Euro 4 e successive, i veicoli elettrici, a Gpl e a metano, i taxi, i mezzi pubblici e quelli delle forze dell'ordine, di soccorso e per il trasporto dei disabili. Potranno circolare anche pi veicoli di proprietà con a bordo persone non residenti in Campania.

Redazione online