Chrysler PacificaI dati di consumo omologati per gli States

 

Dopo la presentazione al Salone di Detroit, la Chrysler ha rilasciato i dati di consumo omologati negli Stati Uniti della nuova Pacifica, che la posizionano ai vertici del segmento. La versione dotata del rinnovato V6 Pentastar, un benzina aspirato di 3.6 litri con cambio automatico, ha raggiunto una media autostradale di 28 mpg, pari a 8,4 l/100 km, migliorando così del 12% il dato rispetto alla versione uscente. Il consumo medio nel traffico cittadino è risultato pari a 18 mpg (13 l/100 km), mentre quello medio si attestato a 22 mpg (10,7 l/100 km), un dato migliore del 10% rispetto alla precedente Town&Country.

Il nuovo progetto. Questi risultati sono stati ottenuti riprogettando completamente il veicolo, riducendo il peso (di circa 130 kg) e migliorando la resistenza aerodinamica. Il propulsore, aggiornato in molte delle sue componenti, è accoppiato per la prima volta alla trasmissione automatica a nove marce TorqueFlite. La Chrysler Pacifica sarà inizialmente disponibile nella sola versione V6 Pentastar da 287 CV, che nei prossimi mesi acquisirà anche il sistema Engine Stop&Start (ESS).

Aspettando la plug-in hybrid. Tutta l'attenzione, comunque, è rivolta alla prima plug-in hybrid del Gruppo FCA. Questo modello utilizza una variante a ciclo Atkinson del V6 Pentastar, abbinato all'inedita trasmissione EVT e a due motori elettrici collegati alla batteria agli ioni di litio da 16 kWh, fornita dalla LG Chem. La Pacifica Hybrid, secondo i primi dati tecnici, sarà capace di percorrere 30 miglia (48 km) a emissioni zero, con un consumo medio di 80 MPGe. L.Cor.