Sei in: Home > Eco > Eco news > Colonnine, il Gruppo investe nello sbarco europeo di ChargePoint

Daimler ed elettricheColonnine, il Gruppo investe nello sbarco europeo di ChargePoint

 

La strategia elettrica del Gruppo Daimler prosegue con l’investimento nella californiana ChargePoint, uno dei principali gestori di colonnine di ricarica attivi negli Usa: l'iniezione di capitali tedeschi, parte di una raccolta globale complessivamente quantificata in 82 milioni di dollari, prevede già un'espansione nel mercato europeo.

Verso Stoccarda. Al momento, ChargePoint offre un network di 33 mila punti di ricarica e di 7 mila stazioni, concentrate nel Nord America. Secondo il ceo Pasquale Romano, l’investimento del Gruppo tedesco (diventato il principale supporter finanziario) renderà possibile lo sbarco nel Vecchio Continente con sistemi Ccs (Combo charging system): tra le soluzioni già sviluppate dal gestore non manca una ricarica ultraveloce a 400 kW, presentata in forma di concept.

Il brand EQ. Il Gruppo Daimler ha già stanziato 10 miliardi di euro per sviluppare i nuovi modelli a batteria. Nel 2020 debutterà il brand EQ, con l'inedita Suv basata sulla concept di Parigi: entro il 2025, la gamma a emissioni zero salirà a dieci vetture, di cui tre targate Smart. Assieme alla BMW, alla Ford, all'Audi e alla Porsche, la Daimler fa inoltre parte della joint venture per la ricarica rapida in Europa, intenzionata a installare 400 stazioni con potenze fino a 350 kW. D.C.