Sei in: Home > Eco > Eco news > Parigi, Londra e Seoul verso un indice delle auto inquinanti

EmissioniParigi, Londra e Seoul verso un indice delle auto inquinanti

 

I sindaci di Parigi, Londra e Seoul hanno tenuto una conferenza stampa nella capitale francese per lanciare l'iniziativa Air'volution, un programma congiunto che prevede la catalogazione dei modelli automobilistici sulla base delle loro emissioni inquinanti. L'obiettivo del progetto, tramite provvedimenti che comprendono il divieto di accesso delle auto meno pulite nei centri cittadini, è quello di migliorare la qualità dell'aria nelle metropoli.

Dati "real world". Le amministrazioni locali delle tre capitali baseranno le loro analisi su dati di emissioni nella guida reale, e non su quelli ufficiali dei costruttori, "per fornire informazioni più accurate al pubblico": lo hanno annunciato oggi Anne Hidalgo, prima cittadina di Parigi, e Sadiq Khan, suo omologo a Londra.

I test dell'Icct. "Dobbiamo mettere a punto un sistema di valutazione in grado di indicare correttamente quali siano le reali emissioni provenienti dai veicoli", ha dichiarato Hidalgo. Che con i suoi colleghi intende portare avanti una battaglia già avviata nei confronti del diesel, con il contributo dei test su strada dell'International Council for Clean Transportation, la ong internazionale che nel settembre del 2015 ha fatto esplodere lo scandalo del dieselgate.

Prime risultanze nelle prossime settimane. Il sistema di punteggio delle tre città andrà oltre lo schema delle classi energetiche dell'Unione europea, sotto due punti di vista: le risultanze prese in considerazione non saranno riscontri di laboratorio, e il ventaglio di agenti inquinanti preso in considerazione sarà più ampio. Le misurazioni delle emissioni alla fonte, e tramite centraline di controllo installate in città, partiranno già nelle prossime settimane.

Migliaia di morti l'anno. Le cifre snocciolate dai primi cittadini delle due metropoli europee, in effetti, sono allarmanti: Khan ha affermato che a Londra le morti per inquinamento atmosferico sono state 9 mila nel 2016. A Parigi, ha aggiunto la collega, il totale è stato di 2.500 decessi nello stesso periodo.

Un colpo di reni dopo il dieselgate. "La fiducia" ha concluso la prima cittadina di Parigi "deve essere ricostruita dopo lo scandalo delle emissioni truccate" che ha travolto la VW (e lambito la francese Renault). "Questa dovrà essere una collaborazione con le Case, perché si tratta di una situazione win-win", ha dichiarato Hidalgo.

Fabio Sciarra