Sei in: Home > Eco > Eco news > Una seconda vita per le batterie delle auto elettriche

RenaultUna seconda vita per le batterie delle auto elettriche

 

Dare alle batterie esauste dei veicoli elettrici una seconda vita, rigenerandole e sfruttandole in ambito domestico. È l'obiettivo di un progetto sperimentale che la Renault ha appena presentato in collaborazione con la Powervault. Un'idea che nasce dalla necessità di ridurre l'impatto ambientale dello smaltimento dei vecchi accumulatori, ma che consente anche di risparmiare, visto che il sistema permette di ridurre fino al 30% l’impiego di componenti nuovi.

Caratteristiche. L'apparato ha un principio di funzionamento simile a quello dei Powerwall della Tesla, utilizzati insieme al SolarRoof: il pacco batterie, infatti, raccoglie l’energia prodotta dai pannelli solari oppure, in caso di condizioni climatiche avverse, dalla rete elettrica. Il flusso di energia viene gestito in maniera automatica, in modo da ottimizzarne il funzionamento, per contenere i costi dell’utente e ridurre l’impatto ambientale.

Fase sperimentale. Il progetto, inizialmente, vedrà l’istallazione di 50 unità di prova, dotate di batterie provenienti da veicoli a emissioni zero della Casa francese, che saranno utilizzate in abitazioni e scuole del Regno Unito già munite di pannelli fotovoltaici. Un test necessario per valutare l’effettiva efficienza dell’impianto.

Redazione online