Sei in: Home > Eco > Eco news > Due nuove stazioni a idrogeno in Germania

DaimlerDue nuove stazioni a idrogeno in Germania

 

Parallelamente all’espansione della rete di colonnine per la ricarica delle auto elettriche, in Europa continuano ad aumentare anche le stazioni di rifornimento di idrogeno. La Daimler ha appena inaugurato in Germania due nuove punti di erogazione creati insieme alla Linde, che ha fornito la tecnologia, e alla Shell, che ha ospitato le pompe all’interno di due proprie aree.

Espansione continua. Nei prossimi mesi la Mercedes-Benz lancerà una nuova auto a idrogeno basata sulla GLC e, anche per questo, ha investito molto nei punti di ricarica, soprattutto nello stato federale del Baden-Württemberg dove, attualmente, sono presenti nove stazioni. Dopo l’apertura, a giugno, dei distributori di Francoforte e Wiesbaden, il gruppo tedesco ha portato il gas anche sull’autostrada A8 a Pforzheim e sull’A81 a Sindelfingen, vicino alla storica fabbrica della Mercedes che ora ospita anche il Centro ricerca e sviluppo della Casa tedesca.

Dai 3 ai 5 minuti. Le due nuove stazioni di rifornimento hanno un sistema molto simile a quello delle tradizionali pompe per la benzina e possono essere operate direttamente dagli automobilisti. Per fare il pieno servono dai 3 ai 5 minuti garantendo così, a seconda del modello, un’autonomia tra i 500 e i 700 chilometri; ogni distributore può rifornire fino a 40 auto fuel cell al giorno.

Fondi governativi. Il Governo tedesco ha contribuito con 1,8 milioni di euro per la realizzazione di queste due nuove stazioni di ricarica tramite il National Innovation Programme for Hydrogen and Fuel Cell Technology, un fondo destinato allo sviluppo della mobilità a idrogeno. Attualmente in Germania sono presenti 32 punti di rifornimento capaci di erogare questo gas, ma l’obiettivo è quello di arrivare, entro la fine del 2018, a 100 stazioni, numero destinato a quadruplicarsi entro il 2023.