Sei in: Home > Eco > Eco news > Sistema delle quote, a giorni il via libera

Elettriche in CinaSistema delle quote, a giorni il via libera

 

Il sistema delle quote minime per le auto elettriche e ibride plug-in vendute in Cina potrebbe essere presentato nell'arco dei prossimi giorni. Lo scrive la Frankfurter Allgemeine Zeitung, secondo cui, rispetto alle stesure delle prime bozze, Pechino avrebbe ammorbidito il regime sanzionatorio per i costruttori che non dovessero raggiungere gli obiettivi imposti dal governo.

Obiettivi ambiziosi. Durante i mesi scorsi, l'esecutivo di Xi Jinping aveva annunciato i primi dettagli dell'iniziativa volta a ridurre l'inquinamento atmosferico nelle grandi metropoli del Paese: l'obiettivo finale, alla vigilia degli annunci ufficiali, resta quello di portare al 20% la quota di mercato dei modelli ricaricabili entro il 2025. Un traguardo molto ambizioso, peraltro da raggiungere con una partenza in quarta, almeno nelle intenzioni iniziali del legislatore: un target dell'8% già per la fine del 2018.

Flessibilità all'entrata in vigore. Secondo le anticipazioni rilanciate dalla Faz, tuttavia, la Cina potrebbe aver scelto una linea meno rigida per le penalità, che inizialmente contemplavano il ritiro della licenza di vendita per i modelli non elettrificati nel Paese. Ora, secondo il quotidiano, sembra che si punterà soltanto sulla compravendita dei crediti, peraltro con una certa flessibilità nel primo anno di entrata in vigore delle nuove norme. Una soluzione definita "soddisfacente per i costruttori tedeschi", che sicuramente sarà argomento di dibattito all'imminente Salone di Francoforte. F.S.