Cartelloni pubblicitariA MOSCA "IN ONDA" UN FILM PORNO

Cartelloni pubblicitari A MOSCA
 

Avete presente quei grandi schermi luminosi che trasmettono pubblicità e video a ciclo continuo? Chi è stato a Times Square a New York o a Piccadilly Circus a Londra sa bene cosa vuole dire essere "inondati" da messaggi colorati, soprattutto quando fa buio.

A Mosca, a pochi passi dal Cremlino, alcuni pirati informatici sono riusciti ad attaccare uno di questi dispositivi sostituendone il contenuto originale con un film porno. La notizia è rimbalzata su alcuni blog che mostrano le conseguenze della cyber-intrusione: in un breve filmato si vedono in lontananza automobilisti passare di fronte al gigantesco schermo, sul quale scorrono scene rigorosamente vietate ai minori di 18 anni. E, secondo un'agenzia di stampa locale, nel giro di poco tempo si sarebbe creato un incredibile ingorgo notturno.

Una "bravata" che può costare cara agli hacker russi: se catturati, rischiano qualche anno di carcere.

avatar
HerrWittelsbach
18 gennaio 2010 17.55
Non so in Russia, ma in Italia sarebbero state violate numerose leggi: qualche anno (quanti?? 2/3??) di carcere sarebbe sempre troppo poco!
avatar
suppasandro
19 gennaio 2010 8.56
qui dalle parti mie si sono superati, al posto di mandare in onda una partita della roma di coppa uefa hanno mandato dei film porno x quasi 2 ore sulle tv di casa....meglio no?
avatar
autopassion
19 gennaio 2010 15.03
parlare di carcere mi sembra troppo visto che di notte i minori dovrebbero dormire... il carcere ci vuole ai gentori dei minori che alle due o tre di notte stanno ancora in discoteca... che poi se accendi la tv seni chiappe e allusioni li trovi anche alle sei di sera
ARTICOLI CORRELATI
Novità su Quattroruote