Sei in: Home > News > Eventi > Il video contest

Quattroruote DayIl video contest

 

Quattroruote ha lanciato una sfida, in partnership con la BMW: realizzare un video sul tema “Un giorno in automobile”. A raccoglierla sono quattro prestigiose scuole superiori di cinematografia, i cui allievi sono chiamati a sviluppare il soggetto e la sceneggiature, nonché a realizzare un cortometraggio. Il video migliore sarà designato nel corso dello stesso Quattroruote Day: la BMW si è impegnata a far realizzare alla scuola vincitrice un proprio filmato istituzionale.

Quattro scuole. A sfidarsi nel contest sono quattro istituti: l’Almed, lo Ied, lo Iulm e il Naba. L’Almed è l’Alta scuola in media, comunicazione e spettacolo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano che opera nella formazione post-laurea. Istituita per iniziativa della Facoltà di Lettere e filosofia, è nata nel 1961 a Bergamo come Scuola superiore di giornalismo e mezzi audiovisivi per iniziativa del filologo e storico del teatro Mario Apollonio; trasferitasi a Milano, si è poi legata all’attività didattica e di ricerca dell’Università Cattolica, prendendo il nome di Scuola di specializzazione nel 1998. L’Alta scuola è stata istituita nel 2002 con lo scopo di formare professionisti nei settori del giornalismo, degli uffici stampa, dell’ideazione e organizzazione di eventi e della creazione e produzione di format e contenuti per il cinema, la televisione e i nuovi media.

Istituto europeo del design. Lo Ied (Istituto europeo del design) è nato nel 1966 per iniziativa di Francesco Morelli e costituisce oggi una realtà internazionale di matrice italiana nel campo della formazione e della ricerca nelle discipline del design, della moda, delle arti visive e della comunicazione. Offre molteplici percorsi per lo sviluppo della creatività con attività post diploma, master e specializzazioni. Le sue sedi si trovano in Italia (a Milano, Cagliari, Como, Firenze, Roma, Torino, Venezia), Spagna (a Barcellona, Madrid) e Brasile (a Rio de Janeiro e San Paolo). La ricca offerta didattica, che si avvale della collaborazione con facoltà universitarie di tutto il mondo, prevede anche corsi di specializzazione in visual communication, filmaking, sceneggiatura, regia e montaggio.

International university of language and media. Lo Iulm di Milano nasce nel 1968 per iniziativa della Fondazione scuola superiore per interpreti e traduttori su impulso del senatore Carlo Bo e del professor Silvio Baridon come Istituto universitario di lingue moderne. Negli anni ’70 ha concentrato la propria attenzione sullo studio delle lingue; nel decennio successivo, l’ateneo ha colto la necessità di aggiornare la propria offerta formativa allargandola al mondo della comunicazione e alla società dei consumi. A quel periodo risale la fondazione della Scuola speciale di relazioni pubbliche, affiancata negli anni ’90 dalla nuova Facoltà di scienze della comunicazione e dello spettacolo. Con il nuovo millennio l’offerta formativa si è ampliata ad ambiti come il turismo e la valorizzazione dei beni culturali. Oggi la Facoltà di Comunicazione, relazione pubbliche e pubblicità prevede anche un corso di laurea magistrale in Televisione, cinema e new media con due indirizzi (Cinema e nuove tecnologie e Televisione e cross-media), nei quali è possibile imparare a gestire tutte le fasi della produzione audiovisiva multimediale, dal progetto alla realizzazione.

Nuova accademia di belle arti. Infine, la Naba è un’accademia d’iniziativa privata sorta nel 1980 a Milano per volontà di Ausonio Zappa, Guido Ballo e Tito Varisco, con l’obiettivo d’introdurre linguaggi e visioni più vicini alle pratiche artistiche contemporanee rispetto a quelle della tradizione accademica. Riconosciuta nel 1981 dal Ministero della Pubblica Istruzione, costituisce attorno a sé un nucleo di artisti di fama tra i quali figura Gianni Colombo, direttore dell’Accademia tra l’85 e il ’93. Col tempo, ai precedenti indirizzi di Pittura, Scultura e Scenografia si sono aggiunti quelli di Advertising-Graphic design, Moda e Design. Oggi rilascia titoli equipollenti alle laure di primo e secondo livello e organizza master, corsi liberi e semestri in lingua inglese nelle aree delle arti visive, della grafica, del design, dei media e della scenografia. Nell’ampia offerta formativa della Naba rientra anche il triennio in Media design e arti multimediali che prepara gli studenti a diventare autori e produttori di audiovisivi per media tradizionali (tv, cinema) e nuovi.

#QuattroruoteDay