• player icon Tesla: l'autopilot evita un incidente
    News
    Tesla: l'autopilot evita un incidente
  • player icon Polizia: controlli a tappeto in tutta Italia
    News
    Polizia: controlli a tappeto in tutta Italia
  • player icon Porsche Panamera: un'anteprima della nuova generazione
    News
    Porsche Panamera: un'anteprima della nuova generazione
  • player icon Citroën: primo video-teaser della C3
    News
    Citroën: primo video-teaser della C3
  • player icon Cinque stelle EuroNCAP per l'Alfa Romeo Giulia
    News
    Cinque stelle EuroNCAP per l'Alfa Romeo Giulia

Quattroruote DayIl video contest

 

Quattroruote ha lanciato una sfida, in partnership con la BMW: realizzare un video sul tema “Un giorno in automobile”. A raccoglierla sono quattro prestigiose scuole superiori di cinematografia, i cui allievi sono chiamati a sviluppare il soggetto e la sceneggiature, nonché a realizzare un cortometraggio. Il video migliore sarà designato nel corso dello stesso Quattroruote Day: la BMW si è impegnata a far realizzare alla scuola vincitrice un proprio filmato istituzionale.

Quattro scuole. A sfidarsi nel contest sono quattro istituti: l’Almed, lo Ied, lo Iulm e il Naba. L’Almed è l’Alta scuola in media, comunicazione e spettacolo dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano che opera nella formazione post-laurea. Istituita per iniziativa della Facoltà di Lettere e filosofia, è nata nel 1961 a Bergamo come Scuola superiore di giornalismo e mezzi audiovisivi per iniziativa del filologo e storico del teatro Mario Apollonio; trasferitasi a Milano, si è poi legata all’attività didattica e di ricerca dell’Università Cattolica, prendendo il nome di Scuola di specializzazione nel 1998. L’Alta scuola è stata istituita nel 2002 con lo scopo di formare professionisti nei settori del giornalismo, degli uffici stampa, dell’ideazione e organizzazione di eventi e della creazione e produzione di format e contenuti per il cinema, la televisione e i nuovi media.

Istituto europeo del design. Lo Ied (Istituto europeo del design) è nato nel 1966 per iniziativa di Francesco Morelli e costituisce oggi una realtà internazionale di matrice italiana nel campo della formazione e della ricerca nelle discipline del design, della moda, delle arti visive e della comunicazione. Offre molteplici percorsi per lo sviluppo della creatività con attività post diploma, master e specializzazioni. Le sue sedi si trovano in Italia (a Milano, Cagliari, Como, Firenze, Roma, Torino, Venezia), Spagna (a Barcellona, Madrid) e Brasile (a Rio de Janeiro e San Paolo). La ricca offerta didattica, che si avvale della collaborazione con facoltà universitarie di tutto il mondo, prevede anche corsi di specializzazione in visual communication, filmaking, sceneggiatura, regia e montaggio.

International university of language and media. Lo Iulm di Milano nasce nel 1968 per iniziativa della Fondazione scuola superiore per interpreti e traduttori su impulso del senatore Carlo Bo e del professor Silvio Baridon come Istituto universitario di lingue moderne. Negli anni ’70 ha concentrato la propria attenzione sullo studio delle lingue; nel decennio successivo, l’ateneo ha colto la necessità di aggiornare la propria offerta formativa allargandola al mondo della comunicazione e alla società dei consumi. A quel periodo risale la fondazione della Scuola speciale di relazioni pubbliche, affiancata negli anni ’90 dalla nuova Facoltà di scienze della comunicazione e dello spettacolo. Con il nuovo millennio l’offerta formativa si è ampliata ad ambiti come il turismo e la valorizzazione dei beni culturali. Oggi la Facoltà di Comunicazione, relazione pubbliche e pubblicità prevede anche un corso di laurea magistrale in Televisione, cinema e new media con due indirizzi (Cinema e nuove tecnologie e Televisione e cross-media), nei quali è possibile imparare a gestire tutte le fasi della produzione audiovisiva multimediale, dal progetto alla realizzazione.

Nuova accademia di belle arti. Infine, la Naba è un’accademia d’iniziativa privata sorta nel 1980 a Milano per volontà di Ausonio Zappa, Guido Ballo e Tito Varisco, con l’obiettivo d’introdurre linguaggi e visioni più vicini alle pratiche artistiche contemporanee rispetto a quelle della tradizione accademica. Riconosciuta nel 1981 dal Ministero della Pubblica Istruzione, costituisce attorno a sé un nucleo di artisti di fama tra i quali figura Gianni Colombo, direttore dell’Accademia tra l’85 e il ’93. Col tempo, ai precedenti indirizzi di Pittura, Scultura e Scenografia si sono aggiunti quelli di Advertising-Graphic design, Moda e Design. Oggi rilascia titoli equipollenti alle laure di primo e secondo livello e organizza master, corsi liberi e semestri in lingua inglese nelle aree delle arti visive, della grafica, del design, dei media e della scenografia. Nell’ampia offerta formativa della Naba rientra anche il triennio in Media design e arti multimediali che prepara gli studenti a diventare autori e produttori di audiovisivi per media tradizionali (tv, cinema) e nuovi.

#QuattroruoteDay