• player icon Toyota prosegue i test sulla Yaris WRC per il ritorno nei Rally
    News
    Toyota prosegue i test sulla Yaris WRC per il ritorno nei Rally
  • player icon Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: le confessioni di un collaudatore
    News
    Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: le confessioni di un collaudatore
  • player icon Nico Rosberg firma con la Mercedes AMG F.1 fino al 2018
    News
    Nico Rosberg firma con la Mercedes AMG F.1 fino al 2018
  • player icon Con Andreucci al volante della Peugeot 208 T16
    News
    Con Andreucci al volante della Peugeot 208 T16
  • player icon Pokémon Go, giovane americano centra un'auto della polizia mentre gioca al volante
    News
    Pokémon Go, giovane americano centra un'auto della polizia mentre gioca al volante

Land Rover DefenderA Solihull prodotto l'ultimo esemplare

 

Stavolta è davvero finita. Dopo le serie speciali commerative e l'asta da oltre 400.000 sterline per il telaio numero 2 milioni, la carriera della Land Rover Defender si è davvero conclusa. Dalla fabbrica di Solihull è uscito l'ultimo esemplare: un Defender 90 Heritage Soft Top, che entrerà subito nella Jaguar Land Rover Collection: è il telaio numero 2.016.933.

È già una Instant Classic. Certo, 68 anni di carriera sono moltissimi, soprattutto considerando come la Defender ha dovuto confrontarsi, rimanendo fedele a sé stessa, con l'evoluzione del settore a cui appartiene e che ha contribuito a creare. Tutto è cambiato dalla prima serie a oggi, eccetto uno dei ganci del cofano e un dettaglio del sottoscocca, eppure la Defender è una "Instant Classic" fuori dal tempo già da molti anni. Curiosamente, la chiusura della produzione della 4x4 inglese coincide con l'anniversario dei 130 anni dalla nascita dell'automobile, quasi a volerne sottolineare ancora di più la valenza storica nell'evoluzione della mobilità.

Heritage Restoration. Per lei, comunque, si tratta di un arrivederci e non di un addio: in attesa della nuova generazione viene infatti lanciato il programma Heritage Restoration, che si occuperà del restauro e della vendita delle Defender degli appassionati di tutto il mondo. Sulle stesse linee di Solihull, dove fino a ieri sono state prodotte, le Defender torneranno al loro antico splendore con tutta l'ufficialità di un restauro effettuato dalla Casa madre, grazie a dodici esperti qualificati, dieci dei quali attivi fino a oggi sulla catena di montaggio. E per gli appassionati c'è un'altra sopresa: sarà presto aperta online la piattaforma Defender Journey's, dove sarà possibile caricare foto e racconti delle proprie avventure a bordo dell'icona di Casa Land Rover e sarà possibile visitare in forma digitale la mostra Land Rover’s Celebration Line, che ha appena chiuso i battenti.

L'evoluzione dei modelli dal 1948 a oggi. Nel 1948 la vettura aveva debuttato con la semplice denominazione "Series 1", dotata di un 1.6 benzina da 50 CV, seguita nel 1958 dalla "Series 2", che portò al debutto i primi motori diesel, poi evoluta con la "Series 3" del 1971. I vari modelli sono stati identificati da sigle che indicavano il passo espresso in pollici, mentre la denominazione Defender è stata ufficialmente introdotta solo nel 1990. Risale, infine, al 2006, l'adozione del propulsore diesel 2.4 TDCi di origine Ford utilizzato fino a oggi. L.Cor.