Sei in: Home > News > Eventi > Grande festa in Rosso a Fiorano - VIDEO

Settant'anni FerrariGrande festa in Rosso a Fiorano - VIDEO

 

La pista di Fiorano non ha mai visto tante Ferrari tutte insieme e il colpo d’occhio è di quelli che lascerebbero a bocca aperta anche l’automobilista meno appassionato. I festeggiamenti per i settant’anni del Cavallino sono iniziati ieri e proseguiranno fino a domani sera, ma già sulle prime due giornate c’è molto da dire.

Tra rally e parate. A Fiorano sono infatti giunte 500 Ferrari da tutta Europa: c’è chi si è cimentato in rally internazionali partiti da Ginevra, Praga, Reims e diverse altre città europee e chi, invece, ha preferito rendere omaggio a Enzo Ferrari passando dalla sua casa di Modena. Dalle 15 di oggi, però, tutti hanno iniziato ad avvicinarsi al circuito per schierarsi lungo la pista.

Rosse straordinarie. In compagnia del vice capo redattore di Ruoteclassiche Gaetano De Rosa siamo andati a guardare da vicino alcuni degli esemplari più significativi presenti e ve li abbiamo raccontati live su Facebook, diretta che potete rivedere qui sotto.

Un’asta mai vista. Nel pomeriggio, poi, RM-Sotheby’s ha messo all’asta 35 esemplari del Cavallino, ma anche alcuni memorabilia, come una valigetta 24 ore griffata Ferrari a 8.000 euro e l’opera di Enzo Naso “Michael, Pit Stop” del 2008, aggiudicata a 3.000 euro. I prezzi di vendita sono ovviamente lievitati quando si è passati alle auto: la Ferrari 458 Italia Army personalizzata da Lapo Elkann, per esempio, è stata battuta a 335 mila euro, la Ferrari 575 Superamerica del 2005 a 320 mila euro, e la storica Ferrari 250 GT LWB California Spider del 1959 è arrivata all’esorbitante cifra di 7 milioni di euro. Tra gli esemplari all'incanto c'è anche una 400i del 1983 appartenuta a Keith Richards, chitarrista dei Rolling Stones, che ha raggiunto la ragguardevole quotazione di 300.000 euro, quasi tre volte il suo valore di mercato. Il record di vendita per i modelli d'epoca è stato raggiunto da una 250 GT a passo corto Berlinetta Competizione tutta di alluminio del 1960 che, partita a 5,5 milioni di euro ha ricevuto offerte fino a 7.350.000 euro. Nel corso dell'asta abbiamo realizzato un'altra diretta Facebook, che vi riproponiamo qui di seguito.

8,3 milioni in beneficenza. Il lotto finale è stato quello di beneficenza: è infatti stata battuta una LaFerrari Aperta, il cui ricavato sarà devoluto a favore di Save the Children. L'asta si è conclusa con la cifra record di 8.300.000 euro. La hypercar dev'essere ancora costruita e avrà una livrea particolare color rosso fuoco, con finiture metallizzate. Anche al termine dell'asta abbiamo realizzato un altro live su Facebook, che potete rivedere qui sotto.

Gli ospiti. Alle celebrazioni ha preso parte tutto il gotha della Casa di Maranello: c'erano il presidente Sergio Marchionne, Piero Ferrari, John e Lapo Elkann. Accanto a loro, un parterre d’eccezione con Jean Todt, per anni a capo della Scuderia Ferrari e oggi presidente della Fia, Chase Carey, numero uno della società che gestisce il Mondiale di Formula 1, Sebastian Vettel, Kimi Raikkonen e Maurizio Arrivabene. Tanti anche i piloti che hanno fatto la storia del Cavallino: tra loro, Arturo Merzario, René Arnoux, Nino Vaccarella, Jean Alesi e l’ex direttore tecnico Ferrari Mauro Forghieri. E a Fiorano, nel tardo pomeriggio, è arrivato anche Niki Lauda.

Lo spettacolo “Ferrari Settanta”. La giornata di festeggiamenti si è conclusa con “Ferrari Settanta”, spettacolo per la regia di Marco Balich, che racconta passato, presente e futuro della Casa di Maranello. L'evento è stato trasmesso in differita su Rai 1 a partire dalle 23.30.

2017-Ferrari-Best-of-show-1

Il concorso d’eleganza. La giornata di domenica, invece, è stata animata dal concorso di eleganza: 120 rarissime Ferrari d’epoca si sono contese il titolo di “Best of Show” nelle categorie Gran Turismo e Sportive. Dopo una serrata selezione da parte degli esperti della giuria, se lo sono aggiudicate una splendida 340 MM Spider Vignale del 1953, vincitrice della Mille Miglia con Giannino Marzotto, e la Testarossa Spider del 1986, l'unica costruita in questa versione, realizzata per celebrare il 20° anniversario della presidenza della Fiat di Gianni Agnelli.