Sei in: Home > News > Eventi > Record della Chiron: 0-400 km/h-0 in 41,96 secondi

BugattiRecord della Chiron: 0-400 km/h-0 in 41,96 secondi

 

Da zero a 400 all’ora e frenata in 41,96 secondi. La Bugatti Chiron, guidata da Juan Pablo Montoya, ha segnato il nuovo record, infrangendo quello precedente della Veyron. La supercar alsaziana, del gruppo Volkswagen, si presenterà al Salone di Francoforte accompagnata dal pilota colombiano (ex F. 1, vincitore del GP di Monaco, e attualmente impegnato nella IndyCar) forte di un nuovo record assoluto, e con la promessa di registrarne un altro, quello di velocità per un’auto di serie, nel corso del 2018.

W16 da 1.500 cavalli. La Chiron dei record ha un propulsore W16 (sedici cilindri disposti a doppia V), per una cilindrata di otto litri, e sviluppa 1.500 CV di potenza grazie ai quattro turbo. Trazione integrale, pneumatici speciali della Michelin, freni carboceramici di 420 mm davanti e 400 dietro, pinze a otto pistoni di titanio davanti e sei al posteriore sono tra le principali caratteristiche della supercar, che sarà prodotta in tiratura limitata: 500 esemplari, di cui 300 già prenotati.

I numeri del test. La Chiron raggiunge i 400 km/h in appena 32,6 secondi e 2.621 metri di rettilineo. La frenata aziona in un tempo di 0,8 secondi l’apertura dell’ala aerodinamica posteriore, larga un metro e mezzo, con un angolo di 49° e capace di premere sull’asfalto il retrotreno con una forza di 900 kg. La decelerazione raggiunge i 2 g, valore simile a quello del lancio dello space shuttle. Lo spazio di frenata è di 491 metri, in un tempo incredibile di 9,3 secondi. In tutto, lo spazio necessario per questo test 0-400 km/h-0 è di 3.112 metri.

Nuova sfida. Durante i test con la Chiron, Juan Pablo Montoya ha superato i 400 all’ora 17 volte e ha migliorato il suo record personale, da 407 km/h (ottenuto con una IndyCar) ai 420 orari a cui ha portato la supercar Bugatti. Nel corso del 2018, la Bugatti intende segnare il nuovo record di velocità, superando quello della Veyron 16.4 Super Sport, che aveva raggiunto i 431,072 nel 2010. A.S.