Gran Premio del GiapponePrima fila tutta Red Bull a Suzuka

Gran Premio del Giappone Prima fila tutta Red Bull a Suzuka
 

Il tracciato di Suzuka sembra proprio essere uno dei preferiti di Sebastian Vettel. Il due volte campione del mondo si è infatti piazzato in pole position per il quarto anno consecutivo nel Gp del Giappone, precedendo il compagno di squadra Mark Webber con un tempo di 1'30"839, che gli è valso la 34esima partenza al palo in carriera.

Prima fila tutta Red Bull. Le Red Bull, dunque, monopolizzano la prima fila per la prima volta in questa stagione, favorite anche da un errore commesso nel finale della Q3 da Kimi Raikkonen, finito in testacoda alla curva Spoon, provocando l'esposizione della bandiere gialle ed impedendo a quasi tutti di riuscire a migliorare le rispettive prestazioni nell'ultimo tentativo.

Alonso e Hamilton rallentati dalle bandiere gialle. A farne le spese sono stati soprattutto Fernando Alonso e Lewis Hamilton, che hanno alzato il piede chiudendo solamente in settima e nona posizione. Il ferrarista però prenderà il via dalla sesta piazza, approfittando di una penalità di cinque posizioni in griglia inflitta a Jenson Button a causa della sostituzione del cambio sulla sua McLaren, che lo retrocede dalla terza all'ottava posizione.

Sospetti su Kobayashi, Grosjean e Perez. Alonso comunque si è detto piuttosto convinto di avere delle buone chance di chiudere terzo se non avesse incontrato le bandiere gialle. Bandiere che pare siano state ignorate da Kamui Kobayashi, Romain Grosjean e Sergio Perez, che si sono piazzati davanti a lui. Ora quindi bisognerà vedere se la direzione gara deciderà di prendere dei provvedimenti nei loro confronti o meno.

Massa eliminato al termine della Q2. Nonostante nell'arco del weekend fosse stato spesso più veloce di Alonso, per Felipe Massa le qualifiche sono terminate allo scadere della Q2, nella quale è stato beffato per appena 21 da Nico Hulkenberg. Una doppia beffa se si pensa che il tedesco poi non è neanche sceso in pista in Q3 e che anche lui perderà cinque posizioni in griglia per la sostituzione del cambio, avvenuta dopo un incidente nelle prove libere di stamattina.

Attardate anche le Mercedes. Decisamente poco esaltanti anche le prestazioni in casa Mercedes, con Michael Schumacher e Nico Rosberg eliminati entrambi in Q2. Il sette volte campione del mondo, fresco dell'annuncio del suo ritiro a fine stagione, arretrerà addirittura in ultima fila, essendo stato sanzionato con 10 posizioni in griglia in seguito all'incidente con Jean-Eric Vergne avvenuto a Singapore.

FORMULA 1, Suzuka, 06/10/2012
Prove ufficiali
1. Sebastian Vettel - Red Bull-Renault - 1'30"839
2. Mark Webber - Red Bull-Renault - 1'31"090
3. Jenson Button - McLaren-Mercedes - 1'31"290*
4. Kamui Kobayashi - Sauber-Ferrari - 1'31"700
5. Romain Grosjean - Lotus-Renault - 1'31"898
6. Sergio Perez - Sauber-Ferrari - 1'32"022
7. Fernando Alonso - Ferrari - 1'32"114
8. Kimi Raikkonen - Lotus-Renault - 1'32"208
9. Lewis Hamilton - McLaren-Mercedes - 1'32"327
10. Nico Hulkenberg - Force India-Mercedes - 1'32"327*
Eliminati al termine della Q2:
11. Felipe Massa - Ferrari - 1'32"293
12. Paul di Resta - Force India-Mercedes - 1'32"327
13. Michael Schumacher - Mercedes - 1'32"469**
14. Pastor Maldonado - Williams-Renault - 1'32"512
15. Nico Rosberg - Mercedes - 1'32"625
16. Daniel Ricciardo - Toro Rosso-Ferrari - 1'32"954
17. Jean-Eric Vergne - Toro Rosso-Ferrari - 1'33"368
Eliminati al termine della Q1:
18. Bruno Senna - Williams-Renault - 1'33"405
19. Heikki Kovalainen - Caterham-Renault - 1'34"657
20. Timo Glock - Marussia-Cosworth - 1'35"213
21. Pedro de la Rosa - HRT-Cosworth - 1'35"385
22. Chales Pic - Marussia-Cosworth - 1'35"429
23. Vitaly Petrov - Caterham-Renault - 1'35"432
24. Narain Karthikeyan - HRT-Cosworth - 1'36"734

* Perde 5 posizioni in griglia
** Perde 10 posizioni in griglia

avatar
Lino O.
6 ottobre 2012 12.23
Qualifiche anomale e probabilmente poco indicative. Sono curioso di vedere quali numeri ci regalerà in gara Kobayashi, che sulla pista di casa ha sempre fatto divertire. Quest'anno, poi, ha anche una vettura competitiva...
avatar
Gianluca Andrini
6 ottobre 2012 16.28
Suzuka è meravigliosa, la più bella pista del mondiale attuale. Purtroppo la formula 1, invece, latita parecchio. Su questo tracciato si sono svolte gare spettacolari, ma oramai i bei tempi sono finiti. Spero molto in un rilancio della massima serie, che però non può oramai arrivare prima di 4-5 anni.
avatar
Marco Pettenon
6 ottobre 2012 16.45
Ho un deja vu... Si sta ripetendo la storia del mondiale 2010, Red Bull in forma per il finale di campionato, McLaren in agguato e Ferrari in difficoltà dopo la fase estiva in cui sembrava in palla. Speriamo che stavolta cambi il finale
ARTICOLI CORRELATI
Novità su Quattroruote