• player icon Con Andreucci al volante della Peugeot 208 T16
    Sport
    Con Andreucci al volante della Peugeot 208 T16
  • player icon Pirelli: le nuove regole per la stagione di F.1
    Sport
    Pirelli: le nuove regole per la stagione di F.1
  • player icon Formula 1 2016: ecco la Renault RS16
    Sport
    Formula 1 2016: ecco la Renault RS16
  • player icon Porsche GT Cup Brasile: incidente per Pedro Piquet
    Sport
    Porsche GT Cup Brasile: incidente per Pedro Piquet
  • player icon GP Monza F1 2015: come cambia la Ferrari SF15-T
    Sport
    GP Monza F1 2015: come cambia la Ferrari SF15-T

Renault Sport F.1 TeamLivrea nero-gialla per la nuova monoposto

 

Renault Sport ha presentato la nuova squadra che riporta il marchio della Losanga come Costruttore in Formula 1. Alla cerimonia di presentazione hanno partecipato il Ceo Carlos Ghosn e i responsabili del reparto sportivo e dei propulsori, Jérome Stoll e Cyril Abiteboul. Come da tradizione, i due piloti Kevin Magnussen e Jolyon Palmer, accompagnati dalla riserva Esteban Ocon, hanno avuto l'onore di togliere i veli alla monoposto R.S.16, che si presenta tutta nera con dettagli gialli, che riprendono i colori del marchio transalpino.

Infiniti partner per l’ibrido. La monoposto è ancora quella dello scorso anno, ma l'inedita livrea sta già facendo parlare di sé. In corrispondenza del motore spicca il marchio Infiniti, che, come avevamo annunciato in occasione dello scambio Maldonado-Magnussen), sarà partner tecnico per lo sviluppo la seconda generazione dei sistemi ibridi. "Abbiamo una lunga storia nel Motorsport e abbiamo sempre portato innovazione, conquistando diversi titoli mondiali anche in F.1. Le corse sono nel DNA di Renault e ci danno modo di accelerare il processo di conoscenza del marchio nei mercati che ci interessano", ha dichiarato Ghosn.

Livrea total black. Chi ha scelto la livrea? La risposta l'ha data Jérome Stoll: "È stato il nostro designer Laurens van den Acker, che trovato una soluzione decisamente elegante. Tornare in Formula 1 - ha poi aggiunto Stoll - ci dà una doppia opportunità: migliorare nel marketing e influenzare positivamente le tecnologie, importando metodi e processi che contribuiranno all'evoluzione dei nostri prodotti”. D.R.