Sei in: Home > Sport > Formula 1 > Si celebrano i 110 anni nel motorsport

PirelliSi celebrano i 110 anni nel motorsport

 

La Pirelli festeggia a Torino 110 anni nel motorsport. Un compleanno davvero speciale, con la presentazione al Museo dell’Automobile e un porte aperte sul polo industriale hi-tech di Settimo Torinese. Una lunga storia sportiva iniziata nel 1907 con la vittoria del raid Pechino-Parigi e che arriva fino ai giorni nostri, con i successi con le moto e le auto. Un impegno concreto che ha portato il marchio della P lunga a impegnarsi, a oggi, in oltre 340 campionati differenti.

Una lunga storia da raccontare. L’intuizione alla base di questo impegno arriva proprio dal fondatore Giovanni Battista Pirelli, il quale vedeva nelle gare motociclistiche un banco di prova importante per il prodotto di serie. Da quel momento, gara dopo gara, la Pirelli ha incrementato notevolmente il suo impegno nel motorsport, facendolo diventare così il massimo laboratorio di ricerca e sviluppo per i pneumatici stradali.

Le celebrazioni a Settimo Torinese. Per celebrare degnamente i 110 anni della Pirelli nel motorsport, non poteva esserci location migliore del polo industriale che sorge a Settimo Torinese. Al suo interno, infatti, la Pirelli custodisce la tecnologia più avanzata come, per esempio, il Next Mirs. Si tratta di un sistema di produzione industriale brevettato dalla società milanese, dedicato alle gomme UHP con misure da 19 a 23 pollici. Ed è proprio in questo stabilimento che nasce l’intera gamma di pneumatici P Zero, dedicata alle competizioni sportive, comprese quelle per la Formula 1. Tanti i nomi di prestigio che hanno accettato l’invito a festeggiare questo speciale compleanno: oltre i rappresentanti di McLaren e Ferrari, hanno preso parte all’evento anche Stefano Domenicali, presidente della Lamborghini, fino ad Alex Zanardi, recentemente tornato alle corse (e alla vittoria) proprio insieme alla Pirelli. D.R.