• player icon Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: le confessioni di un collaudatore
    News
    Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: le confessioni di un collaudatore
  • player icon Skoda Kodiaq: in anteprima alla guida della Suv ceca
    Première
    Skoda Kodiaq: in anteprima alla guida della Suv ceca
  • player icon Nico Rosberg firma con la Mercedes AMG F.1 fino al 2018
    News
    Nico Rosberg firma con la Mercedes AMG F.1 fino al 2018
  • player icon Con Andreucci al volante della Peugeot 208 T16
    News
    Con Andreucci al volante della Peugeot 208 T16

Alfa Romeo GiuliettaIn arrivo la 1.6 JTDm-2 con il doppia frizione TCT

 

Ci sono ancora molte novità in arrivo per l'Alfa Romeo Giulietta: al di là del ventilato aggiornamento stilistico atteso per il prossimo anno e non prima della primavera inoltrata, questo inedito set di cinque foto spia, che vi mostriamo in esclusiva, rivela che sono iniziati i collaudi su strada dell'inedita versione "millessei" turbodiesel con il cambio automatico a doppia frizione TCT, finora riservati solo alla motorizzazione 2.0 JTDm-2 da 175 CV.

Gli indizi. Non possiamo sapere con certezza quando questa variante sarà effettivamente disponibile, ma i segni rivelatori sono sufficientemente chiari: la dicitura Diesel sull'indicatore del livello del combustibile, il terminale di scarico singolo e, appunto, la leva del cambio automatico. Questo atteso abbinamento, inoltre, potrebbe essere esteso anche ad altri modelli del Gruppo FCA, come la crossover Fiat 500X a trazione anteriore.

Lo stile. L'esemplare rosso delle nostre foto spia esclusive non offre spunti, invece, per parlare del tanto vociferato restyling. Proprio in queste ore, tuttavia, l'agenzia SB Medien ci ha inviato alcune foto spia che mostrano una Giulietta completamente camuffata con la pellicola optical (qui sopra), ma con lo scudetto attuale, evidentemente con l'intento di confondere le acque e rendere pressoché impossibile scorgere eventuali modifiche: solo la MiTo finora s'è mostrata con il frontale modificato in stile Giulia, ma appare ormai certo che l'aggiornamento stilistico coinvolga anche la Giulietta.

Carlo Di Giusto