Audi, BMW e Mercedes-BenzNuovi record di vendite a maggio

Audi, BMW e Mercedes-Benz Nuovi record di vendite a maggio
 

Non conosce soste l'anno d'oro delle Case automobilistiche tedesche: mese dopo mese Audi, BMWMercedes-Benz annunciano numeri commerciali sensibilmente superiori a quelli dell'anno precedente, incassando record su record. Le ultime rilevazioni diramate sono quelle relative al mese di maggio. Vediamole in ordine alfabetico.

L'Audi a un soffio dalla BMW. La Casa di Ingolstadt ha venduto nel mese in questione 128.900 auto, crescendo del 13,7% su base annua. Il trend positivo ha portato il management dei quattro anelli a rivedere al rialzo le stime per l'anno in corso: secondo Peter Schwarzenbauer, responsabile vendite del marchio, si può puntare concretamente a chiudere il 2012 con 1,4 milioni di unità vendute. Nei primi cinque mesi dell'anno l'Audi ha venduto 600.200 auto, crescendo del 12,1% su base annua. Grazie soprattutto al grande successo riscosso dalla nuova A6, tutte le aree del globo hanno messo a segno incrementi rispetto al 2011. A distiunguersi ancora una volta è stata la Cina, dove le vendite sono salite del 44,2%, ma anche il Nord America, con il suo +10,3% ha fornito un contributo importante. In Europa, la domanda è stata sostenuta dalla A1 e dalla Q3, ed è cresciuta del 3,8%.

La BMW è ancora prima. A Monaco non sono stati da meno: nel mese di maggio il Gruppo BMW (che comprende anche i marchi Mini e Rolls-Royce) ha venduto nel suo complesso 156.957 auto, 129.150 delle quali con il marchio bavarese (+6,6%). La Casa dell'Elica ha dunque mantenuto la leadership globale tra i costruttori premium per un soffio sulla sua diretta rivale: solo 250 unità di vantaggio. Anche per il Gruppo BMW il mese di maggio ha segnato un nuovo record storico, in virtù del +6,4% rispetto all'anno passato, e il bilancio dall'inizio dell'anno è ugualmente positivo: 728.029 auto vendute, pari a un +9,1% annuo. Proprio come l'Audi, anche il marchio bavarese (che da inizio anno ha venduto 607.207 auto, +9,3%) si aspetta di chiudere il 2012 con un nuovo record storico.

Mercedes-Benz: ritmi elevatissimi in Nord America. La Mercedes-Benz ha risposto colpo su colpo, segnando come le concorrenti un mese di maggio senza precedenti: anche per la Stella a tre punte le previsioni parlano di un 2012 da record assoluto, grazie a mercati come la Germania e gli Stati Uniti, dove la Casa di Stoccarda rimane in vetta alla classifica dei costruttori premium. Il merito va ascritto fra gli altri agli ultimi arrivi, come le nuove Classe B, ML ed SL, tutte protagoniste di prestazioni commerciali da primato. Le vendite del marchio a livello globale hanno raggiunto nel mese di maggio le 113.136 unità, per un incremento pari al 4% su base annua. Nei primi cinque mesi del 2012 è andata ancora meglio: la crescita è stata pari all'8,4%, per un totale di 531.382 auto vendute nel mondo. Al contrario di quanto vale per Audi e BMW, non è la Cina, ma sono gli Stati Uniti il mercato che cresce al ritmo più sostenuto per la Mercedes-Benz: se nella nazione asiatica il periodo gennaio-maggio ha visto un tasso di crescita pari al +8,7%, al di là dell'Atlantico la Casa ha registrato un +17,8%, con un picco - proprio nel mese di maggio - pari al +19,2%. F.S.

avatar
gianpaolo mapelli
12 giugno 2012 18.40
Certamente i tre marchi top tedeschi continuano a sfornare modelli nuovi per tutte le taglie , poi la concorrenza dicono che è deleteria in questo caso è il succo della loro forza ormai incontrastata nei marchi premium (con questi concorrenti.. volvo, jaguar, Alfa, lancia) mi sembra la pubblicità del vuoi vincere facile.............Beati loro e i loro dipendenti che prendono i premi produzione...
risposta >
avatar
Giovanni Corradi
12 giugno 2012 19.04
non so come si possa accoppiare lancia e alfa assieme a bmw mercedes e audi,i 2 marchi italiani ora come ora di premium non hanno un bel niente. per jaguar e volvo il discorso è diverso.
risposta >
avatar
Marco Nicolè
12 giugno 2012 20.05
concordo con ghio41..piuttosto ora come ora metterei lexus e infiniti al posto delle gloriose marche italiane
Novità su Quattroruote