Sei in: Home > News > Industria > Parte la produzione a Rastatt

Mercedes-Benz Classe AParte la produzione a Rastatt

 

La produzione della nuova Mercedes-Benz Classe A è partita oggi nella fabbrica tedesca di Rastatt. La seconda compatta di nuova generazione della Casa di Stoccarda raggiunge così sulle linee di assemblaggio la Classe B, che è in produzione sempre a Rastatt dallo scorso settembre e presso la nuova fabbrica di Kecskemét (Ungheria) dalla fine di marzo.

Quando si dice famiglia numerosa. Non è più un mistero che la nuova piattaforma Mfa (sigla di Mercedes Front-drive Architecture), darà vita a una vera e propria famiglia di modelli, dagli orizzonti ben più ampi rispetto alle nuove Classe A e Classe B. Uno dei più attesi è la Suv compatta, che verrà prodotta proprio a Rastatt, come annunciato oggi da Dieter Zetsche, numero uno di Mercedes-Benz Cars. Dopo la sport utility inoltre, sono previste altre due importanti novità: la CLA e la CLA Shooting Brake, che riproporranno su scala ridotta la formula della CLS e della sua recente derivata col portellone.

Investiti 1,6 miliardi. Il Gruppo Daimler AG investirà complessivamente 1,2 miliardi di euro nell'impianto tedesco per la produzione della sua linea di modelli compatti. I primi 600 milioni sono stati stanziati per i lavori di espansione, per la nuova officina in cui prendono forma le carrozzerie, e per i nuovi macchinari di produzione. Gli altri 600 milioni verranno erogati tra la seconda parte del 2012 e l'anno prossimo. A Rastatt sono state assunte 900 persone dal 2010, 500 delle quali solo nei primi sei mesi di quest'anno. La Mercedes-Benz ha inoltre in programma un ulteriore investimento di 400 milioni di euro, spalmato su quest'anno e il prossimo, e destinato alle fabbriche di motori dove prendono vita le unità che equipaggiano le vetture su base Mfa.

40.000 ordini in un mese. La Casa ha colto l'occasione per fornire i primi numeri relativi alle performance commerciali della Classe A: dall'apertura della raccolta ordini a metà giugno (esattamente un mese fa), sono state accumulate 40.000 prenotazioni. Si tratta di un valore assolutamente ragguardevole, che assume un significato ancor più chiaro se raffrontato alle 70.000 Classe B commercializzate dal mese di novembre 2011. Numeri che spiegano la decisione del Costruttore di allestire una nuova linea di assemblaggio, per evitare il rischio dell'allungamento dei tempi di consegna. F.S.