• player icon Hyundai: alla 24 Ore del Ring la i30 2.0 Turbo
    News
    Hyundai: alla 24 Ore del Ring la i30 2.0 Turbo
  • player icon Volvo: presentate le nuove concept della Serie 40
    News
    Volvo: presentate le nuove concept della Serie 40
  • player icon Aston Martin: una Vanquish con gli scarti dei rivestimenti interni
    News
    Aston Martin: una Vanquish con gli scarti dei rivestimenti interni
  • player icon Sergio Marchione a ruota libera alla presentazione della Giulia
    News
    Sergio Marchione a ruota libera alla presentazione della Giulia
  • player icon Ford EcoBoost: sullo skateboard a 60 mph
    News
    Ford EcoBoost: sullo skateboard a 60 mph

Gruppo FCAUsa, respinte tutte le accuse: "È la causa di due dealer scontenti"

 

FCA torna sulla vicenda dei due venditori Usa che avrebbero sporto denuncia per pratiche di falsificazione delle vendite mensili: dopo aver definito "infondata" la causa intentata presso una Corte Federale dell’Illinois, il Gruppo ha respinto nuovamente ogni accusa, entrando nel merito della questione.

L'approfondimento. "I concessionari che hanno promosso la causa sono due dealer del più vasto gruppo Ed Napleton Automotive Group - spiega la nota di FCA - Nella causa si lamenta il fatto che FCA US si sarebbe resa responsabile di falso reporting delle proprie vendite. Nonostante le numerose richieste di fornire la prova di tale supposta attività, gli attori si sono rifiutati di mostrare il fondamento delle loro accuse. FCA ha condotto un'indagine sui fatti ed ha concluso che tali accuse sono prive di fondamento. Gli attori hanno ricevuto comunicazione di tale conclusione prima che promuovessero la causa".

"Resisteremo alle pressioni". Secondo il Gruppo, si tratta dunque di una vicenda limitata al rapporto con i singoli concessionari: "Questa causa non è nulla più che il prodotto di due dealer scontenti che non hanno adempiuto ai loro impegni in forza del contratto di concessione che hanno sottoscritto con FCA US. Essi hanno sistematicamente mancato di adempiere ai loro impegni a partire almeno dal 2012 e hanno anche usato per diversi mesi la minaccia di avviare il contenzioso nell’ingiusto tentativo di costringere FCA US a riservare loro un trattamento speciale, inclusa l’attribuzione di posizioni di concessionario vacanti nella rete distributiva di FCA US. FCA US continuerà a resistere a tali pressioni, salvaguardando lo spirito di fiducia ed apertura che governa le sue relazioni con i concessionari".

Redazione online