Sei in: Home > News > Industria > Ricavi, utile netto ed ebit col vento in poppa

FerrariRicavi, utile netto ed ebit col vento in poppa

 

I dati odierni sono stati stilati secondo gli standard del Gruppo Fca, quelli definitivi verranno pubblicati separatamente, dopo la riunione del cda che si terrà il prossimo 2 febbraio. Questo puntualizza oggi la Ferrari, pubblicando alcune cifre preliminari riguardo i suoi risultati 2015.

La precisazione. Numeri che sono comunque positivi, nonostante vengano definiti "non necessariamente coerenti" con le prossime indicazioni: "i dati odierni", spiega Maranello "riflettono allocazioni interne ed elisioni tra il Gruppo Fca e Ferrari", e soprattutto contengono ancora la definizione di "indebitamento netto industriale", che verrà rimpiazzata nei nuovi "accounting standard" da quella (diversa) di "indebitamento netto".

Le cifre. Puntualizzazioni finanziarie a parte, la Ferrari ha reso noti ricavi netti per 2,6 miliardi (in crescita rispetto ai 2,45 del 2014), un ebit rettificato a sua volta in fase di progresso (473 milioni, contro i 404 dell'esercizio precedente), e un utile netto che si è attestato a 284 milioni (erano 273 l'anno precedente). Tra le cifre provvisorie spunta anche l'indebitamento netto industriale, che è pari a 963 milioni e riflette esattamente il corrispondente taglio del debito Fca, riversato sul Cavallino come previsto dalle manovre che hanno portato allo scorporo. F.S.