• player icon Polizia: controlli a tappeto in tutta Italia
    News
    Polizia: controlli a tappeto in tutta Italia
  • player icon Porsche Panamera: un'anteprima della nuova generazione
    News
    Porsche Panamera: un'anteprima della nuova generazione
  • player icon Citroën: primo video-teaser della C3
    News
    Citroën: primo video-teaser della C3
  • player icon Cinque stelle EuroNCAP per l'Alfa Romeo Giulia
    News
    Cinque stelle EuroNCAP per l'Alfa Romeo Giulia
  • player icon Con la Hyundai i20 WRC di Neuville al Rally di Sardegna
    News
    Con la Hyundai i20 WRC di Neuville al Rally di Sardegna

Renault in IranInvestimenti e nuovi modelli, rafforzate le partnership locali

 

L'accordo sul nucleare del 16 gennaio e la cancellazione graduale delle sanzioni all'Iran stanno avendo importanti riflessi anche nell'industria automotive. In occasione della visita in Francia del presidente Rouhani, a ribadire il proprio interesse è la Renault, attiva nel Paese mediorentale da una decina d'anni grazie alla joint venture con i due principali Costruttori locali, Saipa e Iran Khodro.

Espansione in arrivo. Le prime attività della Renault in Iran risalgono al 2003. Grazie alle alleanze locali, finora il Gruppo francese ha prodotto quasi 500 mila veicoli. L'anno scorso, sono uscite dalle linee la Logan pick-up (con la Iran Khodro) e la Sandero (con Saipa), le quali hanno ottenuto buoni risultati nel mercato locale. Grazie alla situazione più favorevole, ora Renault prevede di estendere la cooperazione con l'introduzione di nuovi modelli.

Le prospettive. Secondo Bernard Cambier, responsabile della regione Africa, Medio Oriente e India, in Iran il mercato dell'auto raggiungerà i 2 milioni di mezzi entro il 2020. "C'è un innegabile potenziale", ha spiegato il top manager. L'intenzione è dunque quella di consolidare la presenza, sviluppando anche nuove strutture.

Redazione online