• player icon Nico Rosberg firma con la Mercedes AMG F.1 fino al 2018
    News
    Nico Rosberg firma con la Mercedes AMG F.1 fino al 2018
  • player icon Con Andreucci al volante della Peugeot 208 T16
    News
    Con Andreucci al volante della Peugeot 208 T16
  • player icon Pokémon Go, giovane americano centra un'auto della polizia mentre gioca al volante
    News
    Pokémon Go, giovane americano centra un'auto della polizia mentre gioca al volante
  • player icon La Maserati Levante in pista a Balocco
    News
    La Maserati Levante in pista a Balocco
  • player icon Land Rover: le nuove tecnologie per il fuoristrada
    News
    Land Rover: le nuove tecnologie per il fuoristrada

RenaultLa grande Suv è pronta, lo sbarco in Europa no

 

Non sarà più la Cina di qualche anno fa, quando l'irruenza della crescita poteva dare l'illusione di una marcia infinita, ma gli eccessi di pessimismo sono fuori luogo a Pechino e dintorni. Ne è convinto Jérome Stoll, direttore delegato alla performance del Gruppo Renault: "Ci aspettiamo comunque un +5% nel 2016, che significa un milione di auto in più dell'anno scorso. E ora abbiamo i prodotti giusti per approfittarne", ha affermato il dirigente all'inaugurazione della fabbrica di Wuhan.

"Praticamente pronta" la grossa Suv. Il riferimento, chiarissimo, è alla doppietta di crossover che si concretizzerà con l'arrivo della Kadjar prima (in vendita da marzo con un duemila benzina) e con quello della D-Suv poi. Una proposta che ormai è dietro l'angolo: "È praticamente pronta: la lanceremo sicuramente con abitacolo a cinque posti, e poi valuteremo se proporla anche come sette posti" ha aggiunto Thierry Bolloré (direttore delegato alla competitività) nell'incontro con la stampa in Cina.

Si valuta il lancio a Pechino (aprile). Quanto di preciso durerà quest'attesa, però, non è ancora dato sapere: "Lo annunceremo presto", ha affermato Stoll. "Stiamo ancora decidendo se lanciarla in occasione di un motor show o in un altro evento. Di sicuro non la vedrete prima del Salone di Pechino", che è in programma come sempre per il mese di aprile.

In Europa? Solo se profittevole. Allo stato attuale, inoltre, non è stato deliberato l'arrivo del modello in Europa: "Stiamo valutando la possibilità di produrre la D-Suv nella fabbrica Samsung di Busan per l'esportazione, ma la porteremo in Europa soltanto dopo aver studiato il business case", ha aggiunto Stoll. Di certo, il suo arrivo sulle linee cinesi - che avverrà entro il 2016 - si tradurrà nell'aggiunta di un secondo turno lavorativo e nell'assunzione di altri mille dipendenti, che porteranno a tremila il numero degli addetti totali.

Una Kadjar sulle linee di Wuhan

L'elettrica: cinese per la Cina. Dal 2017, le due sport utility francesi saranno poi affiancate da un modello elettrico: secondo quanto appreso, la vettura in questione sarà una berlina destinata esclusivamente al mercato locale (come il resto della produzione di Wuhan), che verrà costruita sulla base della Renault Fluence e commercializzata con un marchio del Gruppo Dongfeng.

Il quarto modello: tutto da decidere. Nebbia fitta invece sul quarto modello, sui tempi previsti per il suo arrivo e sulla sua nazionalità: la vettura che porterà l'impianto a saturazione potrebbe arrivare tra il 2018 e il 2019, ma al momento ogni dettaglio sul suo conto è poco più che indicativo.

Elettriche marginali a Wuhan. "L'elettrico" ha spiegato Thierry Koskas, responsabile vendite e marketing del Gruppo "coprirà una piccola parte della produzione di Wuhan: poche migliaia di unità l'anno". Il manager, per sei anni al vertice della gamma a zero emissioni, ha colto l'occasione per soffermarsi sul futuro dei modelli a batteria nel Paese.

Koskas: pronti a portare l'ibrido in Cina. "Qui molto dipende dalle iniziative del governo", ha argomentato Koskas, riferendosi chiaramente al piano di Pechino per tagliare via via gli incentivi alle elettriche. "In ogni caso, il mercato è in espansione, e le regole sulla media delle emissioni sono diventate molto rigide. Per questo è necessario considerare ulteriori investimenti sui powertrain alternativi, compresi l'ibrido e l'ibrido plug-in. Due tecnologie che abbiamo già a disposizione".

da Wuhan, Fabio Sciarra