Sei in: Home > News > Industria > La riorganizzazione accelera: risparmi per 200 milioni di dollari

Ford Europe
La riorganizzazione accelera: risparmi per 200 milioni di dollari

 

Dopo essere tornata in attivo Ford accelera il piano di trasformazione per l'Europa, puntando a consolidare i profitti e a ottenere un margine operativo a lungo termine del 6-8%. Per arrivarci, oltre a iniettare risorse nei segmenti dai volumi più consistenti (come quello delle Suv) l'Ovale blu pianifica di risparmiare circa 200 milioni di dollari, da ottenere anche attraverso i tagli al personale amministrativo.

Produzione meno costosa. Uno dei primi obiettivi del Costruttore è il miglioramento dell'efficienza produttiva, per cui il management punta a superare il 7% su base annua. A partire dal 2013, Ford ha chiuso tre stabilimenti europei, ma ora è prevista anche "una significativa riduzione nei costi amministrativi". "Negli ultimi tre anni, Ford Europe è passata da profonde perdite a un profitto di 259 milioni di dollari - spiega Jim Farley, responsabile per le regione Emea - Siamo assolutamente impegnati ad accelerare la trasformazione per creare un business profittevole". Nel Vecchio continente, Detroit ha appena registrato un aumento delle vendite del 10%.

La digitalizzazione. Nel piano europeo non mancano progetti per consolidare la grande trasformazione digitale dello Smart Mobility Plan, voluto dal Ceo e presidente Mark Fields: sono infatti attesi servizi di car sharing, ride sharing e piattaforme come FordPass (sviluppata per offrire mobilità, pagamenti, servizi) in grado di aprire i rubinetti dei nuovi business high-tech.

La gamma punta sulle Suv. Per il 2016 Ford Europe pianifica di lanciare sette vetture, nuove o restyling, tra le quali figurano la Focus RS e le Suv Kuga ed Edge (quest'ultima in arrivo nel secondo trimestre). Sempre nelle crossover, l'Ovale blu punta a introdurre cinque modelli nei prossimi tre anni, superando le 200 mila immatricolazioni già a partire dal 2016. Per quanto riguarda le vetture ad alte prestazioni (Focus RS, ST e Mustang), il target europeo di quest'anno è fissato in circa 40 mila veicoli. Inoltre, è prevista l'espansione del brand Vignale dalla Mondeo di oggi ad almeno cinque vetture nel 2017. Infine, anche in Europa arriveranno i nuovi modelli elettrici, ibridi e ibridi plug-in, previsti entro il 2020 e sostenuti a livello globale con un investimento da 4,5 miliardi di dollari. D.C.