• player icon Hyundai: alla 24 Ore del Ring la i30 2.0 Turbo
    News
    Hyundai: alla 24 Ore del Ring la i30 2.0 Turbo
  • player icon Volvo: presentate le nuove concept della Serie 40
    News
    Volvo: presentate le nuove concept della Serie 40
  • player icon Aston Martin: una Vanquish con gli scarti dei rivestimenti interni
    News
    Aston Martin: una Vanquish con gli scarti dei rivestimenti interni
  • player icon Sergio Marchione a ruota libera alla presentazione della Giulia
    News
    Sergio Marchione a ruota libera alla presentazione della Giulia
  • player icon Ford EcoBoost: sullo skateboard a 60 mph
    News
    Ford EcoBoost: sullo skateboard a 60 mph

Dieselgate VolkswagenGermania, richiamata la metà degli Amarok 2.0 TDI

 

Dopo l'ok della Kba, in Germania proseguono i richiami dell'Amarok, primo modello del Gruppo Volkswagen a ricevere il fix software destinato ai veicoli coinvolti nel dieselgate: gli interventi sono partiti alla fine di gennaio e hanno già visto il rientro nelle officine di 4.300 pick-up, oltre la metà di quelli da sistemare.

"Ristabilito l'Euro 5". Secondo Wolfsburg, il nuovo software di controllo permette al 2.0 TDI montato sull'Amarok di "rientrare nella categoria Euro 5", mantenendo "inalterati sia i consumi sia le prestazioni". Il raggiungimento dell'obiettivo è stato confermato anche dall'autorità federale dei trasporti.

Il calendario. Oggi Volkswagen ha confermato la road map per i prossimi modelli e motorizzazioni: a marzo inizieranno i richiami per la Passat con il quattro cilindri EA 189, mentre le modifiche ai propulsori 1.2 verranno implementate in estate, a partire dalla fine del secondo trimestre. Infine, i motori da 1.6 litri saranno richiamati nel terzo trimestre 2016. Per ora non ci sono indicazioni sugli altri Paesi europei, ma il Gruppo ha spiegato che le operazioni dovrebbero cominciare "nei prossimi mesi, in accordo con le autorità nazionali".

Il dettaglio dei correttivi. Per i 2.0 TDI e per gli 1.2, l'intervento digitale richiede meno di mezz'ora, mentre i motori da 1.6 litri necessitano dell'installazione del cosiddetto "flow transformer", un piccolo filtro aggiuntivo da collocare all'ingresso del condotto dell'aria: tra fix software e hardware, la sosta in officina dei motori 1.6 sale a circa 45 minuti. D.C.