• player icon Polizia: controlli a tappeto in tutta Italia
    News
    Polizia: controlli a tappeto in tutta Italia
  • player icon Porsche Panamera: un'anteprima della nuova generazione
    News
    Porsche Panamera: un'anteprima della nuova generazione
  • player icon Citroën: primo video-teaser della C3
    News
    Citroën: primo video-teaser della C3
  • player icon Cinque stelle EuroNCAP per l'Alfa Romeo Giulia
    News
    Cinque stelle EuroNCAP per l'Alfa Romeo Giulia
  • player icon Con la Hyundai i20 WRC di Neuville al Rally di Sardegna
    News
    Con la Hyundai i20 WRC di Neuville al Rally di Sardegna

GMLa divisione powertrain diventa Global Propulsion Systems

 

GM Powertrain diventa GM Global Propulsion Systems. Dopo 24 anni di eccellenza (la divisione motori e trasmissioni è uno dei fiori all'occhiello della Casa di Detroit), Mary Barra ha deciso di riflettere anche nel nome la sterzata verso le ultime tecnologie e le alimentazioni alternative: elettriche, ibride e fuel cell.

Specchio dei tempi. La divisione conta 8.600 impiegati a livello globale (di cui 2.500 nei siti europei di Rüsselsheim e Torino), ma oggi, sottolinea GM, quasi la metà del personale lavora su sistemi di propulsione alternativi. "I giorni in cui un motore a benzina e un cambio riuscivano a soddisfare le richieste della clientela sono finiti - taglia corto Dan Nicholson, responsabile di GM Global Propulsion Systems - La differenziazione nelle nostre propulsioni richiede un nome che rifletta ciò su cui stiamo davvero lavorando". La recente elettrica Bolt, la seconda generazione della Volt (l'ibrida extended range in odore di partnership industriali) e la Opel Ampera-e (probabilmente costruita negli Usa) sono lì a dimostrarlo. Tra i recenti progetti della divisione powertrain ci sono anche la trasmissione robotizzata Easytronic 3.0 e il nuovo diesel biturbo che sarà presentato al Salone di Ginevra sulla nuova Astra Sports Tourer.

Torino in pole. Il rebranding e la nuova strategia convincono Pierpaolo Antonioli, ad del centro torinese di GM Global Propulsion Systems: "Il cambiamento riflette i trend futuri su cui stiamo lavorando da quando abbiamo iniziato il nostro viaggio - spiega il manager - La nostra collocazione all’interno del Campus del Politecnico, i nuovi laboratori e il nostro programma di ulteriore ampliamento sono la concreta risposta alle aspettative di questa nuova organizzazione". D.C.