• player icon Ford avrà la guida autonoma nel 2021
    News
    Ford avrà la guida autonoma nel 2021
  • player icon Hyundai i30: il design alla base nuova generazione
    News
    Hyundai i30: il design alla base nuova generazione
  • player icon Il sound dell'Aston Martin DB11
    News
    Il sound dell'Aston Martin DB11
  • player icon Una SEAT Ateca di sabbia
    News
    Una SEAT Ateca di sabbia
  • player icon Lamborghini Centenario: in pista a Nardò con la supercar da 770 CV
    News
    Lamborghini Centenario: in pista a Nardò con la supercar da 770 CV

J.D. PowerAffidabilità, Lexus "regina" per il quinto anno consecutivo

 

Per il quinto anno di fila, Lexus conquista la prima posizione del "Vehicle Dependability Study 2016", ultima edizione del consueto rapporto della californiana J.D. Power sull'affidabilità delle auto: il brand giapponese ha ricevuto tre riconoscimenti in altrettanti segmenti, piazzandosi prima di Porsche, Buick, Toyota e GM.

La classifica. L'indagine, elaborata sulle risposte dei proprietari americani di my 2013, ricava una classifica attribuendo un sistema di punteggio ad hoc: in sostanza, gli esperti sintetizzano il livello di affidabilità dei singoli brand calcolando il numero di problemi riscontrati ogni cento veicoli (PP100). Più basso il valore, più alta l'affidabilità. Come detto, la società di consulenza premia nuovamente Lexus (95 PP100), seguita da Porsche (97), Buick (106), Toyota (113) e GM (120). La top 15 si completa con Chevrolet (125 punti), Honda (126), Acura e Ram (129), Lincoln (132), Audi (134), Mercedes-Benz (135), Infiniti (136), BMW (142) e Cadillac (145).

I modelli top. In tutto, Toyota Motor Corporation ha ricevuto riconoscimenti in sei segmenti diversi: i modelli premiati sono le Lexus ES, GS, GX e le Toyota Prius v, Sienna e Tundra. Bene anche GM, in evidenza con le Buick Encore, LaCrosse, Verano (eletta come "la più affidabile" a livello globale), le Chevrolet Camaro, Equinox, Malibu, Silverado HD e la GMC Yukon. Gli altri modelli risultati vincitori nei rispettivi segmenti sono la Fiat 500, l'Honda Fit, la Mercedes-Benz GLK, la Nissan Murano e le Mini Cooper, Coupé e Roadster.

Tecnologia, questione aperta. Per quanto riguarda i problemi riscontrati a livello generale, il rapporto 2016 evidenzia un peggioramento: nel 2015 la media era di 147 complicazioni ogni 100 veicoli, mentre quest'anno l'industria arriva a 152. Ancora una volta, la maglia nera spetta alle dotazioni tecnologiche, con il 20% delle criticità (il 53% dei proprietari, ad esempio, lamenta problemi al Bluetooth e per il riconoscimento dello smartphone da parte del sistema infotainment). Tuttavia, considerati i dieci problemi più rilevanti, sette riguardano il design, in aumento del 2% rispetto all'anno scorso. In calo, invece, le grane procurate da motori e trasmissioni: nel 2015 erano 26 ogni cento veicoli, mentre quest'anno sono scese a 24. Infine, un monito per le Case: il 55% dei proprietari che non hanno riscontrato difficoltà ha ricomprato una vettura dello stesso brand, mentre solo il 41% di chi ha sperimentato tre o più problemi è rimasto fedele al suo dealer. D.C.