Sei in: Home > News > Industria > Cook torna sull'elettrica: "Sarà come un regalo di Natale"

Apple CarCook torna sull'elettrica: "Sarà come un regalo di Natale"

 

Tim Cook torna a (non) parlare della Apple Car, la fantomatica elettrica su cui Cupertino sarebbe al lavoro da tempo: intervenuto a una recente assemblea degli azionisti, il Ceo della Mela ha nuovamente alimentato le congetture sulla vettura, dipingendola come una sorta di sorpresa natalizia ma senza dare alcuna conferma. Una vera e propria strategia mediatica. 

"Come la vigilia". Durante il meeting, Cook ha parlato di regali: "Ricordate quando eravamo bambini? - ha detto il tio manager - La vigilia di Natale era così eccitante, non eri mai sicuro di cosa avresti trovato al piano di sotto. Ebbene, per un po' sarà come la vigilia". Tradotto: per molto tempo Apple non farà annunci, lasciando che le indiscrezioni alimentino l'attesa.

Un'auto o una tecnologia da vendere? L'elettrica di Apple, già descritta da Elon Musk come "un segreto di Pulcinella", potrebbe debuttare nel 2019-2020. Secondo i rumor circolati finora, la vettura sarà dotata di funzionalità autonome, ma è anche possibile che Titan non sia altro che una tecnologia da vendere all'industria automotive: si spiegherebbe così la divertita evasività di Cook nel rispondere a domande precise e circostanziate. L'ultima occasione è stata l'intervista a Fortune, durante la quale il Ceo si è limitato a questo: "Esploriamo cose nuove con vari team di persone, è un'attività per cui non serve spendere grandi quantità di denaro". Somme contenute per Apple e patrimoni inarrivabili per tutti gli altri: lo stesso Musk ha quantificato in "mille ingegneri" la squadra al lavoro sull'auto della Mela, descritta come "una cosa seria". Di recente, Cupertino ha già registrato tre domini (Apple.car, Apple.cars e Apple.auto): potrebbe trattarsi solo di un posizionamento per CarPlay, oppure di Titan.

La guerra per i talenti. Intanto, Cook ha dovuto rinunciare a Steve Zadesky (ex ingegnere Ford e responsabile del team Apple Car) e a Johann Jungwirth (collaboratore dello Special Projects Group), ora a capo del Dipartimento strategia digitale del Gruppo Volkswagen. Ma le professionalità con una carriera in Apple continuano a far gola allo stesso Musk: gli ultimi acquisti della Tesla sono il noto Jim Keller (prima a Cupertino, poi in Amd) e Peter Bannon, entrambi creatori dei chip A4 e A5 che hanno fatto la fortuna degli iPhone e degli iPad di qualche anno fa. D.C.