Sei in: Home > News > Industria > Nasce la sussidiaria Smart Mobility

FordNasce la sussidiaria Smart Mobility

 

Costruttore 2.0 di nome e di fatto: il nuovo corso di Detroit, dettato da Mark Fields, ha portato alla nascita di Ford Smart Mobility, sussidiaria creata appositamente per "sviluppare servizi di mobilità emergenti".

Tecnologia e guida autonoma. La nuova realtà sarà guidata da Jim Hackett, già Ceo di Steelcase e membro del board della stessa Ford. "I trasporti sono sull'orlo di una grande rivoluzione – ha spiegato il manager – e Ford vuole tracciare la strada". Come si può immaginare, la sussidiaria svilupperà la connettività (incarnata da Sync 3 e dai comandi vocali di AppLink), la guida autonoma (per cui sono stati triplicati gli investimenti), la mobilità (si pensi a GoPark e il car sharing londinese GoDrive), i dei big data (con IBM) e della customer experience (FordPass), tutti ambiti in cui Detroit si sta muovendo con grande rapidità. In questa rivoluzione - precisa comunque il Costruttore - il "core business" resterà quello di (quasi) sempre, vale a dire "lo sviluppo e la costruzione di auto, Suv, furgoni e veicoli elettrici". D.C.