• player icon Cinque stelle EuroNCAP per l'Alfa Romeo Giulia
    News
    Cinque stelle EuroNCAP per l'Alfa Romeo Giulia
  • player icon Con la Hyundai i20 WRC di Neuville al Rally di Sardegna
    News
    Con la Hyundai i20 WRC di Neuville al Rally di Sardegna
  • player icon Simulatore di guida Danisi Engineering
    News
    Simulatore di guida Danisi Engineering
  • player icon Duel di Steven Spielberg (1971)
    News
    Duel di Steven Spielberg (1971)
  • player icon  Bullitt di Peter Yates (1968)
    News
    Bullitt di Peter Yates (1968)

Gruppo BMWA febbraio nuovo risultato positivo nelle vendite: +7,9%

 

Il mese di febbraio segna un altro mese positivo per il Gruppo BMW. Con quasi 164.000 veicoli venduti in tutto il mondo, si conferma la crescita registrata durante i mesi precedenti con un aumento del 7,9% rispetto allo stesso mese del 2015. Il consuntivo da gennaio è pari a 317.000 unità, il 7,7% rispetto al primo bimestre dello scorso anno. Gran parte della crescita si deve al solo marchio BMW (+9,1%), mentre il brand Mini è rimasto praticamente invariato (0,3%).

I singoli modelli. Xon 143.419 auto vendute, nel mese di febbraio la Casa di Monaco ha pesato per l’87% del totale. Nel bimestre i modelli più importanti in questo senso sono stati la Serie 1 (+14,3%), la nuova Serie 7 (6.500 unità, +21.6%) e la famiglia X, con la X1 in aumento del 60% grazie alla nuova generazione, per un totale di 29.000 unità, seguita da X3 e X6, rispettivamente, in crescita del 17 e del 20%. La famiglia “i”, invece, ha chiuso febbraio con 2.900 immatricolazioni. Per quanto riguarda la Mini, come anticipato i risultati non sono stati così positivi, come ci si sarebbe potuto aspettare. Il consuntivo da inizio 2015 è cresciuto del 4,1%, soprattutto grazie alla Mini hatchback (+30%); un risultato positivo bilanciato dal crollo fatto registrare da Countryman e Paceman.

I principali mercati. A febbraio il Gruppo BMW ha aumentato la sua quota di mercato in Spagna, Francia e, anche se di poco, nel Regno Unito. In Italia, invece, il secondo mercato europeo per volumi, la quota è scesa del 4,68% a febbraio. BMW, Mini e Rolls-Royce hanno venduto 134.100 vetture nel Vecchio Continente, con una crescita del 22,5% sul mercato spagnolo, del 13,3% in Francia e del 12,4% in Italia. È andata ancora meglio in Asia, (+12,1%) con 113.600 unità, di cui 80.200 solo in Cina (+12,7%). Ancora meglio è andata in Giappone (+15%) e in Corea (+13.3). Nel continente americano, invece,  i risultati sono stati negativi (-6.4%).

Redazione online