Sei in: Home > News > Industria > Marchionne: "Un miliardo di dollari e 2.000 posti di lavoro"

Gruppo FCA negli UsaMarchionne: "Un miliardo di dollari e 2.000 posti di lavoro"

 

Il Gruppo FCA investirà 1 miliardo di dollari negli Stati Uniti, creando 2.000 nuovi posti di lavoro. Sergio Marchionne, a poche ore dall'apertura del Salone di Detroit, ha voluto così dare un messaggio chiaro all'amministrazione Trump, che negli ultimi giorni ha messo sotto pressione i costruttori di automobili con la minaccia di dazi per chi produce in Messico, inducendo anche alcune Case, come la Ford a rivedere i propri piani industriali. ''Continuiamo a rafforzare gli Stati Uniti come hub manifatturiero globale per quei veicoli essenziali per il mercato delle Suv'', ha detto il numero uno di FCA, Sergio Marchionne. Come riporta l'Ansa, l'investimento sarà destinato a rinnovare alcuni impianti in Michigan e in Ohio per la produzione di tre nuovi modelli Jeep e per adeguare lo stabilimento di Warren alla produzione del pick-up Ram, attualmente prodotto in Messico.

Due stabilimenti da rinnovare. "L'investimento", ha aggiunto Marchionne, "sarà effettuato nell'arco di tre anni e riguarderà gli stabilimenti di Warren, in Michigan, dove saranno prodotte la Jeep Wagoneer e la Grand Wagoneer, e di Toledo (Ohio), dove nascerà anche il nuovo pick-up up della Jeep". Gli Stati Uniti sono il maggiore mercato al mondo per Suv e pick-up, ma l'ampliamento della linea della Jeep consentirà a FCA di internazionalizzare il marchio, esportandolo in altri mercati, dove finora non ha avuto accesso per limiti alla produzione.

Si punta sulla Jeep. L'arrivo di un mezzo con cassone della Jeep conferma l'intenzione di FCA di volere sfruttare la popolarità crescente del marchio per conquistare spazio in una delle categorie di veicoli più redditizie. Quanto alla Grand Wagoneer, gli analisti si aspettano un prezzo di 100 mila dollari, cosa che la renderebbe una rivale della Range Rover e di altre Suv di lusso. "L'espansione della nostra linea di veicoli Jeep è stata e continua a essere un pilastro chiave della nostra strategia", ha commentato Marchionne, spiegando che l'impegno di "internazionalizzare il marchio Jeep è irremovibile". "FCA avrà finalmente la capacità di penetrare con successo mercati oltre quello statunitense", ha aggiunto il ceo di FCA, "e i nuovi prodotti a marchio Jeep raggiungeranno nuovi consumatori oltre a quelli che sono stati parte della tradizione Jeep".

Nuovi annunci in arrivo. Al Salone di Detroit è prevista una conferenza stampa del Gruppo FCA, in programma alle 14.30 di oggi, ora italiana, nella quale Marchionne potrebbe aggiungere ulteriori dettagli e fornire anche aggiornamenti sul raggiungimento degli obiettivi previsiti per il 2018. Le dichiarazioni di Marchionne hanno comunque già dato impulso al titolo FCA: a Piazza Affari stamani, in apertura di una giornata che appare piatta, il titolo guida i rialzi con una crescita dell'1,4% e un valore che ha superato la soglia dei 10 euro.

Redazione online