Sei in: Home > News > Industria > Usa, 10 miliardi di investimenti nei prossimi 5 anni

ToyotaUsa, 10 miliardi di investimenti nei prossimi 5 anni

 

La Toyota investirà pesantemente sugli Stati Uniti, dove possiede dieci stabilimenti: l'impegno del costruttore, pari a 10 miliardi di dollari (9,4 miliardi di euro) nei prossimi 5 anni, è stato confermato dal ceo della divisione nordamericana, Jim Leintz.

Lo scontro con Trump. La Toyota è una delle case automobilistiche finite nel mirino del presidente eletto Donald Trump, prossimo all'insediamento (il 20 gennaio) e intenzionato a porre il super-dazio del 35% per le auto prodotte in Messico. L'Ovale blu ha già fatto retromarcia sulla nuova fabbrica di San Luis Potosí, mentre il costruttore nipponico si prepara a spostare la produzione della Corolla dal Canada al Paese nordamericano, un'operazione annunciata nell'aprile del 2015.

Prospettive globali. I 10 miliardi di dollari serviranno all'espansione delle fabbriche Usa (attive in otto Stati diversi, per un totale di circa 40 mila dipendenti) e per il nuovo quartier generale del Texas, attualmente in costruzione. In un'intervista riportata dalla Reuters, Lentz ha spiegato che l'investimento riguarda la "strategia di lungo termine" decisa due anni fa: "Dobbiamo rimanere competitivi a livello globale", ha spiegato il manager, sottolineando che un eventuale dazio potrebbe danneggiare l'impiego globale e far aumentare i prezzi delle vetture (l'ipotesi è di mille dollari in più per una Camry assemblata nel Kentucky, visto che alcune parti arrivano da altri Paesi). All'inizio di gennaio, la Toyota ha precisato che l'impegno in Messico "non avrà un impatto" sui volumi o sull'occupazione statunitensi, per cui sono stati finora investiti quasi 22 miliardi di dollari. D.C.