Sei in: Home > News > Industria > "A fine 2018 una nuova Maserati da Torino"

Sergio Marchionne"A fine 2018 una nuova Maserati da Torino"

 

Intervenuto nell'ambito di un'anteprima dell'Alfa Romeo Stelvio dedicata agli appassionati del brand, Sergio Marchionne ha rilasciato alcune dichiarazioni sui programmi futuri della Maserati. Il Tridente, ha annunciato l'ad all'edizione piemontese del TGR, avvierà tra la fine del 2018 e l'inizio del 2019 la produzione di un nuovo modello nel suo polo manifatturiero torinese, che comprende gli impianti di Grugliasco (Ghibli e Quattroporte) e Mirafiori (Levante).

Potrebbe riportare la piena occupazione a Mirafiori. "La macchina l'abbiamo disegnata, ma non è ancora pronta", ha dichiarato Marchionne, sottolineando l'importanza del rilancio di Mirafiori, dove ancora oggi una parte dei dipendenti è in cassa integrazione. "Era l'ultimo pezzo di un lavoro molto dettagliato di ricostruzione della rete industriale italiana", ha aggiunto il leader del Gruppo FCA. Lasciando intendere che la prossima Maserati potrebbe essere destinata proprio allo storico impianto Fiat, anche per rispettare l'impegno di riportarlo alla piena occupazione entro la fine dell'anno venturo.

L'enigma sul modello. Ora, resta tutta da chiarire l'identità del modello che raggiungerebbe le sorelle del nuovo corso sulle linee piemontesi. Quando, nel 2014, il costruttore aveva presentato il piano industriale per il periodo fino al 2018, era stato annunciato l'arrivo della famiglia Alfieri (con la Coupé prima e la Cabrio poi) come quello immediatamente successivo al debutto della Levante.

Alfieri-GranTurismo: chi ha la priorità? Il piano, che (al contrario di quello Alfa Romeo) non aveva subito modifiche significative nell'aggiornamento dei programmi del gennaio 2016, è stato però messo in dubbio da alcune recenti dichiarazioni di Giulio Pastore (responsabile Maserati per l'Europa) che, parlando con la stampa inglese lo scorso ottobre, aveva dato conto di un cambio di priorità, con il ricambio generazionale della coppia GranTurismo-GranCabrio che avrebbe avuto la precedenza sullo sviluppo dell'altra sportiva.

Tra Modena e Torino. Insomma, l'Alfieri, rimandata al 2020, avrebbe fatto posto alle due sorelle maggiori, che dovrebbero arrivare proprio a cavallo tra il 2018 e il 2019. Una coincidenza di tempi significativa, che però non va interpretata come la conferma definitiva all'identità della nuova Maserati per Mirafiori: oggi GranTurismo e GranCabrio vengono prodotte nell'impianto di Modena, e non esistono allo stato attuale indicazioni ufficiali sulla loro futura allocazione industriale.

Fabio Sciarra