Sei in: Home > News > Industria > “Consumi truccati”, Seul fa causa alla Nissan per l’Infiniti Q50

Corea del Sud“Consumi truccati”, Seul fa causa alla Nissan per l’Infiniti Q50

 

Il “dieselgate” sudcoreano continua, con altre indagini e azioni legali intentate dal governo contro le case automobilistiche. Dopo aver vinto la causa avviata dalla Nissan per smentire l’uso di un presunto defeat device montato sulla Qashqai diesel, il ministero dei Trasporti ha citato in giudizio il costruttore nipponico per i consumi della Infiniti Q50, avviando verifiche parallele sulla BMW e sulla Porsche.  

Parola alla magistratura. Secondo Seul, i risultati dei test di omologazione della berlina sarebbero stati manipolati “per ottenere consumi migliori” rispetto a quanto previsto (le autorità parlano di un “ritocco” pari al 3,4%): la pratica, riferisce Reuters, è stata già depositata ed è oggetto di indagine da parte della procura di Seul.

Tedesche nel mirino. Allo stesso tempo, il ministero ha iniziato a indagare anche sui consumi delle dieci vetture a gasolio già colpite dalla revoca dell'omologazione, ordinata per la presunta falsificazione delle certificazioni relative alle emissioni. Oltre alle auto della Nissan e del Gruppo Volkswagen, nell’elenco figurano la BMW X5M e le Porsche Cayenne e Macan. Un portavoce della divisione sudcoreana della Nissan ha parlato di “errori” imputabili alla condotta di un manager interno, mentre la Casa di Monaco ha spiegato di non essere stata ancora informata nel dettaglio sulle indagini.

Redazione online