Sei in: Home > News > Industria > Wolfgang Porsche contrario alla cessione di asset

Gruppo VolkswagenWolfgang Porsche contrario alla cessione di asset

 

Finora sono state solo indiscrezioni di stampa a riportare del possibile stop alla vendita di attività da parte del gruppo Volkswagen. Ora, però, arriva una voce autorevole a definire una questione che riguarda direttamente l’Italia e la Ducati. “Ovviamente il consiglio di gestione ha il diritto di affrontare valutazioni strategiche del genere", ha dichiarato al Salone di Francoforte Wolfgang Porsche, presidente di Porsche SE, la holding delle famiglie Piëch e Porsche che controlla il 52% dei diritti di voto del gruppo di Wolfsburg. "Tuttavia", ha proseguito "non sono attualmente all'ordine del giorno operazioni di dismissione. Queste questioni finora non sono state discusse nel consiglio di sorveglianza".

Contrari come sindacati. Nelle ultime settimane sono emerse voci su uno stallo nell’operazione di cessione di asset come la Casa di Borgo Panigale e il produttore di trasmissioni Renk per il parere contrario dei rappresentanti dei lavoratori all’interno del consiglio di sorveglianza. Tuttavia, secondo Porsche, anche le due famiglie sono contrarie alla vendita nonostante analisti e investitori stiano facendo pressioni per una razionalizzazione del perimetro del gruppo. Il tutto sarebbe funzionale a renderlo meno complesso e a reperire le risorse per sostenere i costi del dieselgate e finanziare la svolta strategica verso l’elettrico.  

Focus sulla ristrutturazione. Per il numero uno degli eredi di Ferdinand Porsche, la Volkswagen, invece di procedere con le dismissioni, dovrebbe concentrarsi sull'attuazione di un piano di ristrutturazione delle attività automobilistiche per puntare sempre di più sui veicoli di nuova generazione. "Dobbiamo continuare ad applicare rigorosamente il patto per il futuro", ha aggiunto Wolfgang Porsche.