• player icon Evantra Millecavalli: al Parco Valentino l'Hypercar italiana
    News
    Evantra Millecavalli: al Parco Valentino l'Hypercar italiana
  • player icon Hyundai: alla 24 Ore del Ring la i30 2.0 Turbo
    News
    Hyundai: alla 24 Ore del Ring la i30 2.0 Turbo
  • player icon Volvo: presentate le nuove concept della Serie 40
    News
    Volvo: presentate le nuove concept della Serie 40
  • player icon Aston Martin: una Vanquish con gli scarti dei rivestimenti interni
    News
    Aston Martin: una Vanquish con gli scarti dei rivestimenti interni
  • player icon Sergio Marchionne a ruota libera alla presentazione della Giulia
    News
    Sergio Marchionne a ruota libera alla presentazione della Giulia

Mercato europeoDicembre record e 2015 positivo: volano Italia e Spagna - VIDEO

 

Per il mercato dell'Unione Europea (Paesi Efta esclusi), dicembre si è chiuso con un segno decisamente positivo. In base ai dati appena rilasciati dall'Acea, il mese scorso sono state registrate 1.109.927 immatricolazioni, pari a una crescita record del 16,6%: quanto basta per portare il saldo del 2015 a 13.713.526 unità (+9,3% sul 2014).

Italia e Spagna in pole. Il 16,6% di dicembre, sottolinea l'Associazione dei costruttori europei, è l'aumento più consistente da quando il mercato è tornato in positivo e segna il 28° mese consecutivo di crescita. I Paesi trainanti sono stati la Spagna (con 88.609 immatricolazioni, +20,7% sullo stesso periodo del 2014), Italia (109.393, +18,7%) e Francia (183.720, +12,5%), tutti con crescita a due cifre. Bene anche Regno Unito (180.077, +8,4%) e Germania (247.355, +7,7%). Per quanto riguarda il 2015 nel suo complesso, le 13.713.526 vetture immatricolate hanno permesso di superare il dato del 2010 (un anno di piena crisi economica), ma l'entusiasmo è lontano: i volumi, infatti, restano complessivamente bassi. Anche sull'intero anno, la crescita più rilevante si è registrata in Spagna (1.034.232, +20.9%) e Italia (1.574.872, +15.8%), seguiti da Francia (1.917.226, +6,8%), Regno Unito (2.633.503, +6.3%) e Germania (3.206.042, +5.6%).

Volkswagen perde quota. A dicembre, il Gruppo Volkswagen ha venduto 246.278 auto (+4,7%): tra i brand, crescono Volkswagen (120.007, +6%), Audi (44.402, +8,5%), Skoda (40.254, +7,5%), mentre calano Seat (26.584, -9,1%) e Porsche (3.740, -6,6%). Per Wolfsburg, il 2015 si è chiuso con 3.377.799 consegne, pari a una crescita del 6,1% sul 2014. Tuttavia, il Gruppo tedesco ha perso quote di mercato, sia a dicembre (passando dal 24,7 al 22,2%) sia nel 2015 (dal 25,4 al 24,6%).

Gruppo FCA, super Jeep. Per quanto riguarda il Gruppo FCA, dicembre si è chiuso con 63.747 consegne (+19,4%), mentre il 2015 con 856.498 (+14,1%): l'anno scorso, la quota di mercato è passata dal 6 al 6,2%. Il dettaglio dei marchi è il seguente: Fiat ha immatricolato 47.673 auto a dicembre (+24,6%) e 647.356 nel 2015 (+12,2%); Jeep, in grande evidenza, 7.083 a dicembre (+19,1%) e 84.261 nel 2015 (+122,2%). In discesca Lancia-Chrysler, con 4.399 vetture a dicembre (-3,4%) e 61.540 nel 2015 (-13,7%). Infine, calo contenuto per Alfa Romeo, a dicembre (4.215 auto, -0,7%) e nel 2015 (55.501, -2,6%).

Crescita generalizzata. Dicembre positivo anche per il Gruppo PSA (122.035 immatricolazioni, +21,4%), in particolare per DS (6.426 vetture, +39,6%), seguita da Peugeot (75.160, +27,6%) e Citroën (40.449, +9,4%). Per il Gruppo l'anno si è chiuso con 1.448.819 vetture (+6,2%) e una quota di mercato passata dal 10,9 al 10,6%. Positivi anche i dati del Gruppo Renault (129.732 a dicembre, +27,9%), con il brand Renault (95.447, +29%) e Dacia (34.285, +25,1%). Per le losanga, l'anno si è chiuso con 1.334.556 immatricolazioni (+9,2%) e una market share stabile al 9,7%. Ford ha chiuso dicembre con 78.076 unità (+24,6%) e il 2015 con 999.224 (+8,6%), stabile sul 7,3% del mercato. Per il Gruppo Opel (70.341 vetture a dicembre, +4,6%, e 928.712 nel 2015, +2,4%), la quota di mercato annuale scende dal 7,2 al 6,8% a causa dell'uscita del marchio Chevrolet (-91,2%). Bene BMW, con 83.601 auto a dicembre (+19,9%) e 896.390 nel 2015 (+12,4), per una quota di mercato salita dal 6,4 al 6,5%: in particolare, la Casa di Monaco ha immatricolato 83.601 auto a dicembre (+19,9%) e 714.386 nel 2015 (+10,6%), mentre Mini si è fermata rispettivamente a 17.744 (+10,9%) e a 182.004 (+20,1%).

Su immatricolazioni e quote. Consegne su anche per Daimler: 62.675 a dicembre (+13,6%) e 799.386 nel 2015 (+17,3%), con una quota di mercato che passa dal 5,4 al 5,8%. Nel dettaglio, il 2015 di Mercedes si è chiuso con 707.046 vetture (+12,6%), mentre Smart ha registrato 92.340 immatricolazioni (+71,2%). Il Gruppo Toyota indica 48.164 vetture a dicembre (+13,9%) e 574.652 nel 2015 (+7,3), per una quota di mercato annuale in leggero calo (dal 4,3 al 4,2%): rispetto al 2014, l'omonimo brand ha registrato 537.115 immatricolazioni (+6,3%), mentre Lexus è salita a 37.537 (+25,4%). Anno positivo per Jaguar-Land Rover, con una quota di mercato salita dall'1,1 all'1,3%: il mese di dicembre si è chiuso con 15.277 immatricolazioni (+40,7%), mentre il 2015 si è attestato su 175.352 vetture (+25%). In particolare evidenza Jaguar, con 39.330 consegne (+40,1%). Infine, il 2015 di Nissan (539.982 auto, +16,8% e quota di mercato dal 3,8 al 3,6%), Hyundai (456.926, +11,4% e market share dal 3 al 3,6%), Kia (374.219, +13%, stabile sul 2,4% del mercato), Volvo (268.404, +13%, da 1,9 al 2% del mercato), Mazda (195.293, +21,4%, market share dall'1,3 all'1,4%), Suzuki (169.840, 12,5%, dall'1 all'1,2%) Honda (125.834, -0,7&, dall'1 allo 0,8% del mercato) e Mitsubishi (123.114, +32,1%, quota di mercato dallo 0,8 all'1%).

Redazione online