• player icon Hyundai: alla 24 Ore del Ring la i30 2.0 Turbo
    News
    Hyundai: alla 24 Ore del Ring la i30 2.0 Turbo
  • player icon Volvo: presentate le nuove concept della Serie 40
    News
    Volvo: presentate le nuove concept della Serie 40
  • player icon Aston Martin: una Vanquish con gli scarti dei rivestimenti interni
    News
    Aston Martin: una Vanquish con gli scarti dei rivestimenti interni
  • player icon Sergio Marchione a ruota libera alla presentazione della Giulia
    News
    Sergio Marchione a ruota libera alla presentazione della Giulia
  • player icon Ford EcoBoost: sullo skateboard a 60 mph
    News
    Ford EcoBoost: sullo skateboard a 60 mph

SkodaA gennaio vendite su grazie a Europa e Cina

 

Skoda, il terzo marchio per volumi del Gruppo Volkswagen, ha iniziato l’anno facendo registrare una crescita delle consegne del 5,2% rispetto a gennaio 2015. In totale ha venduto 91.600 unità, di cui quasi due terzi tra Europa occidentale e Cina, i suoi mercati principali. I risultati positivi ottenuti in queste aree hanno permesso al brand ceco di continuare a espandersi dopo aver chiuso il 2015 con oltre il milione di auto vendute in tutto il mondo. Skoda tra l’altro è uno dei brand del Gruppo tedesco che ha tratto maggiore vantaggio della ripresa del mercato europeo e questo si evidenza dall’ottimo andamento in Germania, il suo secondo mercato singolo più importante. Un bilancio che potrebbe essere ancora più roseo se non fosse per le performance negative di Russia ed Europa orientale.

Cresce la domanda in Europa. A gennaio Skoda ha consegnato 32.900 auto in Europa occidentale, il 36% del totale (nel 2015 era il 34%). Complessivamente, nel Vecchio Continente le consegne sono aumentate del 10,4% grazie soprattutto al risultato positivo ottenuto in Germania (+4,7%) che da sola “pesa” per il 32% del totale nella regione. Skoda è il brand straniero piu venduto in questo mercato e a gennaio la sua quota si è attestata al 4,53%. Nonostante la crescita delle consegne, le immatricolazioni in Germania sono diminuite del 7,3% a fronte di una crescita del mercato del 3,3%. Forti crescite, invece, si sono registrate in Svizzera (+74%), Norvegia (+28%), Portogallo (+44%), Austria (+32%) e Italia (+25%). Dal punto di vista delle immatricolazioni, il totale è in flessione in Regno Unito (-2,4%) e Spagna (-8,5%), mentre è più che in positivo in Francia (+20%) e Italia (+10,6%).

Bene la Cina, altro tonfo in Russia. In Cina sono state consegnate 31.300 unità con un aumento dell’8,8% rispetto a gennaio del 2015. L’altro mercato importante è l’India dove l’anno scorso Skoda ha venduto complessivamente 15.500 vetture, pari al +1% (il brand, però, non ha comunicato i dati di gennaio). In Israele, invece, le consegne hanno superato la soglia di 3.000 unità (+34%) e in Europa centrale il brand ceco ha consegnato 14.200 esemplari (+5,7%), il 45% dei quali nel suo mercato locale, la Repubblica Ceca. Più a oriente, in Russia, la crisi ha fatto crollare le consegne del 30,6%, pari a solo 3.600 unità, mentre negli altri Paesi dell’Europa del’Est il totale si è ridotto del 10%.

I modelli più venduti. Per quanto riguarda l’andamento dei vari modelli in gamma, Skoda ha visto crescere solo le consegne delle nuove Fabia e Superb. A gennaio il totale consegnato della Fabia è aumentato del 26% pari a 14.500 unità, la terza Skoda più venduta. La Octavia è rimasta al primo posto, ma il totale è diminuito dello 0,8%. La compatta è stata seguita dalla Rapid, seconda in classifica, che a causa della forte dipendenza dal mercato dell’Europa del’Est ha chiuso il mese in negativo (-11%). La Superb, invece ha consegnato quasi 10.000 unità con una crescita del 62% rispetto a gennaio 2015. Infine, segnaliamo il buon risultato della Yeti, che nonostante la sua età è riuscita a chiudere il mese scorso con un +29%.

Redazione online