• player icon Hyundai: alla 24 Ore del Ring la i30 2.0 Turbo
    News
    Hyundai: alla 24 Ore del Ring la i30 2.0 Turbo
  • player icon Volvo: presentate le nuove concept della Serie 40
    News
    Volvo: presentate le nuove concept della Serie 40
  • player icon Aston Martin: una Vanquish con gli scarti dei rivestimenti interni
    News
    Aston Martin: una Vanquish con gli scarti dei rivestimenti interni
  • player icon Sergio Marchione a ruota libera alla presentazione della Giulia
    News
    Sergio Marchione a ruota libera alla presentazione della Giulia
  • player icon Ford EcoBoost: sullo skateboard a 60 mph
    News
    Ford EcoBoost: sullo skateboard a 60 mph

OpelIn Europa quota e immatricolazioni in crescita

 

La Opel ha comunicato i dati relativi al mese di febbraio in Europa, molto positivi per il marchio del Gruppo General Motors. Nel secondo mese dell’anno le immatricolazioni, infatti, sono aumentate del 15% rispetto allo stesso mese del 2015, per un totale di 80.300 unità. Il merito è soprattutto del segno più a doppia cifra fatto registrare in Germania, Italia e Spagna. Inoltre, grazie al fatto che la crescita di Opel è stata superiore all’aumento complessivo del mercato, il brand tedesco è riuscito ad aumentare la sua quota sino al 5,6% (nel febbraio 2015 era al 5,3%). Per Opel è stato il miglior febbraio negli ultimi cinque anni in termini di volume e quota. Anche il risultato cumulato è stato positivo con una crescita del 13% e una quota del 5,7%.

Bene Astra e Corsa. La nuova Astra, in particolare, ha favorito il risultato positivo di febbraio. Il brand ha immatricolato 18.000 unità in tutta Europa registrando un incremento del 33% rispetto allo stesso mese del 2015. Lanciata a novembre scorso, la nuova compatta ha riscosso un discreto successo sottraendo clienti alla leader del segmento, la VW Golf. Ma non è stata l’unica Opel a crescere. Anche la Corsa, ha fatto registrare un aumento del 12% delle immatricolazioni per un totale di 20.400 unità. 

Immatricolazioni e quote di mercato. Opel e Vauxhall hanno immatricolato 51.800 vetture nei cinque principali mercati europei, contro le 44.600 unità di febbraio 2015. Questo vuol dire una quota del 6,72%, in crescita, ma solo di poco (+0,06%) a causa del forte calo registrato nel Regno Unito. Infatti, mentre il mercato britannico è aumentato dell’8%, i volumi di Vauxhall sono scesi del 18% lasciando sul terreno quasi tre punti percentuali di quota. Anche in Italia la quota è scesa, ma molto meno: da 5,68% di febbraio 2015 a 5,58% del mese scorso. In Germana, invece, il totale Opel è salito a 19.200 unità (+28%), con una quota del 7,66% (un anno fa era 6,70%). Bene anche in Francia con l’immatricolato in aumento del 26%, il doppio rispetto all’andamento del mercato (+13%). In Spagna, infine, Opel ha immatricolato 8.450 unità pari a una quota dell’8,61%.

Redazione online